10 dicembre 2016

Fiumicino – Approvato in consiglio comunale il bilancio 2014, ma l’opposizione attacca

È stato approvato ieri  in Consiglio Comunale il Rendiconto relativo all’Esercizio Finanziario 2014.
“Il documento approvato in aula consiliare – dichiara l’assessore al Bilancio del Comune di Fiumicino Arcangela Galluzzoche ha ottenuto parere favorevole dal Collegio dei revisori dei Conti e parere di regolarità contabile dal responsabile del servizio finanziario del Comune, era stato adottato dalla Giunta il 21 aprile scorso. Si compone del conto di bilancio, del conto economico e del conto del patrimonio e certifica la chiusura dell’esercizio finanziario con un avanzo di 20.648.431 milioni di euro, di cui 8.493.631 vincolati, 11.870.013 per spese in conto capitale e 284.787 non vincolati. Il Collegio dei Revisori ha certificato il mantenimento degli equilibri di bilancio, un’aumentata capacità di recupero dell’evasione rispetto ai precedenti esercizi e un significativo incremento delle entrate relative ai servizi pubblici. Un’attenta analisi dei costi ha consentito di individuare le criticità apportandovi i giusti correttivi, procedendo secondo i capisaldi della politica economica voluta da questa Amministrazione: taglio agli sprechi, lotta all’evasione, diminuzione della pressione fiscale e interventi diretti a far ripartire l’economia.
Le risorse impiegate nel precedente anno di competenza per programmi sono state utilizzate in tutti i settori con punte di raggiungimento dell’obiettivo di programma pari al 95%. Anche il settore del turismo, che nel rendiconto 2013 presentava una percentuale di utilizzo del 29,96%, fa registrare in un anno un incremento che si attesta al 70,23%. Sono tutti indicatori che certificano una situazione di stabilità dei conti, che garantisce i cittadini di questo Comune”.

Non della stessa opinione i gruppi di opposizioni che hanno duramente attaccato bilancio 2014: “A sentire questa maggioranza parlare del rendiconto di bilancio, sembra quasi di assistere a un kolossal. Peccato che una volta acquistato il biglietto ci abbiano rifilato un mix di Fantozzi contro tutti e Cetto La Qualunque.

Basta poco per raccontare la realtà. Opere pubbliche realizzate in un anno: zero. Rilancio economico e nuovi posti di lavoro creati: zero. Investimenti per il turismo: 33mila euro per il trenino. I conti? In rosso, con 16 milioni di anticipazioni di cassa da restituire. Una fardello che mette a repentaglio il bilancio 2015 e il Comune a rischio commissariamento. Chi lo sostiene? I revisori dei conti. 

Le tasse, per quanto si continui a ripetere il contrario, in due anni sono aumentate del 48 per cento. Basta confrontare i bollettini di due anni fa con quelli arrivati per accorgersene, non serve NemboKid. Più tasse meno servizi, visto per esempio che gli aiuti alle persone in difficoltà sono bloccati da due mesi. Ora la domanda nasce spontanea: ma c’è un cittadino, uno solo che possa dire il contrario? “

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.