4 dicembre 2016

Bracciano – Guitarrini-Mondini, è guerra dei social

 

[quote font=”0″ arrow=”yes”]

Il 25 Maggio si è svolto un Consiglio Comunale i cui punti in discussione all’ordine del giorno erano i seguenti:

  • Scioglimento convenzione servizio associato di segreteria comunale    determinazioni.
  • Presa d’atto ed approvazione del piano di razionalizzazione delle società – – – partecipate ai sensi della Legge 24.12.2007, n. 244. atto di indirizzo
  • Rinegoziazione mutui cassa depositi e prestiti anno 2015

Al termine del CC, il consigliere di maggioranza Massimo Mondini ha ritenuto opportuno, forse per essere al passo con i tempi in cui la “politica” si fa sui social network, stigmatizzare la visione storica espressa dal consigliere di minoranza del movimento politico Bracciano Bene Comune, Massimo Guitarrini, reo di aver pubblicato sul suo profilo FB, in occasione della ricorrenza del 24 Maggio, un post recante alcune considerazioni in merito alle commemorazioni sul centenario della prima guerra mondiale.

Il consigliere Guitarrini, nel suo post, riprendendo le parole di Papa Benedetto XV, ha definito la grande guerra una “inutile strage” e le commemorazioni del centenario ipocrite e celebrate davanti ad orribili monumenti alla morte. Questo il reato: aver espresso la propria opinione di persona che da sempre pratica la nonviolenza e che nella sua vita politica ha promosso sempre la via pacifista.

Di contro il consigliere Mondini ha sostenuto che tale intervento fosse irrispettoso ed offensivo e, nel pieno del suo fervore patriottico, ha chiesto al nostro consigliere di ritirare le sue dichiarazioni ed eliminare il galeotto post.

Al rifiuto di Guitarrini, il Mondini decide, addirittura, di lasciare l’aula, felicemente accompagnato dal consigliere di minoranza Luca Testini, anche lui offeso dall’oltraggio.

Bracciano Bene Comune esprime la più totale solidarietà al proprio consigliere e ritiene doveroso puntualizzare quanto segue:

  • pensiamo che la grande guerra e la partecipazione italiana ad essa, fu un’inutile strage, voluta da pochi, che pose le basi per il successsivo avvio dei nazionalismi e del fascismo, con tutte le conseguenze che ben conosciamo;
  • riteniamo che il consigliere Mondini, in quanto rappresentante istituzionale, delegato alle politiche culturali debba avere il compito , soprattutto nei confronti delle nuove generazioni, di stimolare dibattiti e discussioni aperte su questi temi, impegnandosi ad acquisire la capacità e le competenze per imparare a  rispettare le opinioni altrui esimendosi dal dare giudizi offensivi e poco consoni, non degni di una relazione politica democratica. Ricordiamo, inoltre,  al consigliere Mondini che anche il Presidente della Repubblica ha espresso un pensiero molto simile sull’argomento.

Bracciano Bene Comune si impegna, vista la totale inadempienza delle istituzioni comunali, a promuovere momenti di riflessione storica su questi temi, evitandodi incorrere in luoghi comuni che alimentano sentimenti nazionalistici, cancro dei nostri tempi.

[/quote]

Movimento Politico
Bracciano Bene Comune