23 febbraio 2017

Tivoli – Giorgio Albertazzi in scena con “Miti ed Eroi”

 

Andrà in scena mercoledì 27 maggio alle ore 21, presso il Teatro Giuseppetti di Tivoli, lo spettacolo “Miti ed Eroi” di e con Giorgio Albertazzi con le musiche originali del compositore Davide Cavuti. Lo spettacolo ripercorre la visione dei miti e degli eroi del nostro tempo con la straordinaria interpretazione del Maestro Giorgio Albertazzi accompagnato in scena da Davide Cavuti, autore di colonne sonore per il cinema (per registi quali Michele Placido, Pasquale Squitieri, Rudiger Von Spies) e musiche di scena per il teatro (per attori quali Arnoldo Foà, Ugo Pagliai, Edoardo Siravo, Paola Gassman, Francesco Montanari) e da anni collaboratore del Maestro  Albertazzi in numerosi suoi spettacoli e recitals di grande successo (“Prima che il sogno”, “Il mare e altro”, “Galeotto fu Dante”, “Amleto e altre storie”, “Io ho quel che ho donato”, “Shakespeariana”, “Il Mercante di Venezia”, etc). Lo spettacolo è una prodotto da Ghione Produzioni di Ercole Palmieri.

Giorgio Albertazzi, un mito vivente alle prese con un viaggio sacro alla riscoperta delle gesta di dei ed eroi ormai entrati nell’universo del Mito, di quegli eroi resi immortali da noi umani quando li abbiamo trasformati nell’incarnazione dei nostri sogni. Il viaggio inizia in Grecia, culla di tutti i grandi miti, con Dedalo che a Creta costruisce il Labirinto per il Minotauro e, soprattutto, con Icaro che spicca il volo per sentirsi libero nel cielo fino a sfidare Giove ed il sole che scioglie le sue ali, facendolo precipitare in mare; poi i grandi eroi omerici: il Pelide Achille, la cui “ira funesta che infiniti addusse lutti agli Achei”, e lo straordinario Ulisse, che dopo aver resistito alle seduzioni della maga Circe intraprese il “folle volo”, l’allegorico viaggio oltre le colonne d’Ercole che Dante canta nel XXVI canto dell’Inferno. Infine, Enea, il superstite di Troia, che solca il mare verso un destino segnato dagli Dei, ed approda nella città di Cartagine, regno della bellissima Didone. È una passione violenta e irrefrenabile, quella che travolge i due, fino a quando il dio Mercurio ricorda all’eroe troiano la missione che deve compiere; e mentre le navi si allontanano all’orizzonte la disperata Didone si toglie quella vita che, senza Enea, appare insopportabile. È il grande mito dell’amore che rivive nei versi dedicati a Beatrice da Dante, che torna in quelli di Shakespeare e Lorenzo il Magnifico. E poi, Eleonora Duse, il velivolo di Gabriele D’Annunzio, Moby Dick, il corteggiamento alla morte di Federico Garcia Lorca, i bambini della Crociata dei Bambini, fino ad alcuni inattesi protagonisti: la nonna del protagonista, Leonida, e la sua professoressa di latino e greco, Cinita.

“… poi un giorno qualcuno pronunciò la fatidica parola: un mito! – afferma il Maestro Albertazzi – Chi sono gli eroi? Incarnano i nostri sogni? Sono figli degli dei e degli uomini. Sono immortali”.

Sara Mairaghi
About Sara Mairaghi 1293 Articoli
Sara Mairaghi, chitarrista per passione e hobby, dopo aver lavorato come free lance per alcuni siti web, è approdata presso Il Tabloid Motori dove gestiva la parte social del sito. Vista la sua passione per qualsiasi tipo di evento festaiolo e alla moda, cinema e spetacolo, nel settembre 2014 ha preso in carico la categoria Intrattenimento ed Eventi de Iltabloid.it