11 dicembre 2016

Coldiretti, grandine su prime ciliegie, sale conto danni

Si aggrava il bilancio del danni provocato dall’andata anomala di maltempo che ha interessato l’intera penisola con violente raffiche di vento, acquazzoni e grandinate che hanno colpito la Puglia con effetti devastanti nelle campagne dove sono andati distrutte in provincia di Bari i primi raccolti di ciliegia Bigarreaux, la più precoce e quelle in procinto di entrare in produzione la Georgia e la Ferrovia soprattutto sulla Turi – Sammichele dove la violenta grandinata ha creato una coltre di ghiaccio sul terreno. E’ quanto emerge dal bilancio dei danni tracciato dalla Coldiretti mentre è in arrivo una nuova perturbazione. In pochi minuti le aziende agricole hanno visto sparire il lavoro dell’intero anno ma a rischio c’è anche l’occupazione particolarmente rilevante per le operazioni di raccolta. La grandine è la più temuta dagli agricoltori in questa fase stagionale perchè danneggia irrimediabilmente le verdure e la frutta sugli alberi, dalle ciliegie alle fragole fino alle albicocche. Il maltempo ha colpito in precedenza il nord con milioni di euro di danni in pianura ma a preoccupare è anche la neve che è insolitamente scesa nei pascoli perché se le temperature si mantengono rigide si danneggia il foraggio che è la base principale dell’alimentazione delle mucche in questa fase stagionale. Il maltempo fuori stagione – conclude la Coldiretti – conferma i cambiamenti climatici in atto che si manifestano proprio con la più elevata frequenza di eventi estremi, con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense con vere e proprie bombe d’acqua.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.