Campidoglio – Via libera alla nuova vetrina per l’artigianato di qualità

Valorizzare il lavoro degli artigiani di Roma e del Lazio, promuoverne l’internazionalizzazione e far conoscere le eccellenze del territorio grazie a mappe e percorsi che si snoderanno tra le botteghe del centro storico della Capitale, con un appuntamento che mira a rinnovarsi di anno in anno. Questo l’obiettivo dello schema del Protocollo d’Intesa, approvato oggi dalla Giunta capitolina e che sarà sottoscritto tra Regione Lazio e Roma Capitale, per il progetto “Botteghe in movimento”. Lo scopo è quello di creare un evento annuale che avvicini i cittadini romani e di tutta la Regione all’universo dell’artigianato artistico, promuova la proiezione internazionale del settore e punti a intercettare anche i flussi turistici della Capitale, coinvolgendo ambasciate, università straniere, istituti internazionali e uffici di rappresentanza presenti in città. Roma Capitale si occuperà di esperire le procedure volte all’individuazione del soggetto che procederà all’organizzazione dell’evento e di identificare le aree in cui si svolgerà la manifestazione. La Regione Lazio, dal canto suo, contribuirà a sostenere le spese di organizzazione e si incarica di emanare un bando per la selezione delle imprese artigiane, provenienti da Roma e da tutto il territorio regionale, che parteciperanno alla manifestazione.




“Far conoscere i tesori che vengono prodotti nelle botteghe artigiane della nostra città rappresenta un modo per accompagnare chi arriva nel centro storico alla scoperta di luoghi, saperi e tradizioni spesso nascosti che conservano atmosfere uniche al mondo – ha dichiarato l’assessore a Roma Produttiva, Marta LeonoriSignifica anche ridare ossigeno a un tessuto produttivo messo in difficoltà dalla crisi economica e nello stesso tempo mostrare un volto della città aperto all’innovazione, alla sperimentazione e alle “contaminazioni” artistiche che si uniscono al “genio italiano” imitato da tutti.

Quando un turista compra un prodotto ‘made in Roma’ non porta via con sé soltanto un souvenir di questa città, ma dà vita ad una promozione preziosa delle nostre eccellenze che lo accompagnerà ogni giorno una volta tornato a casa. Dobbiamo sfruttare in tutti i modi questo “contagio” positivo e per questo vogliamo utilizzare tutte le occasioni e tutte le energie per valorizzare le nostre produzioni tipiche, sfruttando la sinergia con tutti coloro che possono fare da ‘ambasciatori’ delle nostre eccellenze nel mondo.

Roma vuole offrire, anche in vista del Giubileo, tutti i servizi e gli strumenti disponibili per rendere più confortevole la presenza di turisti e fedeli nella nostra città e per questo stiamo lavorando anche ad una Carta dell’accoglienza che sarà un “patto” a garanzia di imprese, visitatori e turisti”.

“Questa iniziativa, costituisce un passaggio importante nella nostra politica di rilancio dell’artigianato, di quello artistico in particolare – ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani – Il fatto che si sia deciso di organizzarla assieme a Roma Capitale è un segno di come il tessuto economico della città, e quello della Regione che la circonda, siano fortemente interconnessi e profondamente legati. Questo evento – ha continuato Fabiani – costituisce un altro importante tassello dell’azione regionale a favore dell’internazionalizzazione dell’economia laziale e del sostegno al mondo artigiano, un settore che la Regione considera strategico; e non è un caso che proprio uno dei più importanti provvedimenti legislativi approvati quest’anno dalla Regione sia stato il Testo Unico regionale per l’Artigianato, che ha riorganizzato e modernizzato tutta la normativa per il settore.

Sono sicuro che la manifestazione che organizzeremo assieme nella splendida cornice del centro storico romano costituirà per l’artigianato artistico di tutta la Regione una vetrina imperdibile”.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10281 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.