8 dicembre 2016

Spinaceto – Atti persecutori nei confronti dei condomini, li accusava di aver ucciso la madre

Usando un punteruolo ha inciso una scritta sulla porta di ingresso di un abitazione accusando la proprietaria di casa di essere responsabile della morte dei genitori.

Quello di ieri non è il primo caso del genere verificatosi nel condominio di via Carlo Zaccagnini, nella zona di Spinaceto. Gia in passato le forze dell’ordine erano dovute intervenire per riportare la calma nello stabile e in più di un occasione il molestatore è stato anche denunciato.

I recenti fatti però, visti anche i precedenti del soggetto, hanno gravato sulla sua posizione e lo stalker è stato arrestato dagli agenti del Reparto Volanti della Questura, intervenuti sul posto subito dopo la segnalazione.

Per gli investigatori non è stato semplice stanare il 54enne dal suo appartamento. Facendo finta di non essere in casa non ha risposto al citofono e si è rifiutato di aprire la agli uomini in divisa quando sono saliti al piano ed hanno bussato alla sua porta. Solo dopo un ora circa, quando l’uomo pensava di averla fatta franca, intuendo che i poliziotti avessero desistito, è uscito dall’appartamento ma è stato bloccato da altri agenti che nel frattempo erano rimasti in appostamento.

Accompagnato negli uffici del Commissariato di zona, al termine degli accertamenti è stato condotto in carcere e nei prossimi giorni sarà processato. Per lui si profila un accusa di atti persecutori.

About Emanuele Bompadre 8277 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.