7 dicembre 2016

Roma – Controlli nei mezzi pubblici, in manette sette borseggiatori

Nel corso dei quotidiani servizi antiborseggio a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, in poche ore, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato sette borseggiatori.

Gli arrestati sono tutti cittadini stranieri di età compresa tra i 14 e 44 anni, già noti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.

In particolare sono finiti in manette: una coppia di cittadini romeni entrambi 19enni, arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, sorpresi in via dei Condotti dopo aver sfilato il portafoglio con 200 euro ad una turista inglese; gli stessi Carabinieri poco dopo hanno arrestato altre due cittadine romene, di 19 e 23 anni, sorprese all’interno di un negozio di via del Corso dopo aver alleggerito il portafogli con 60 euro e carte di credito, dalla borsa di una turista argentina; i Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo invece hanno arrestato due cittadini romeni, lui di 30 e lei di 26 anni che a bordo di un treno metropolitano della linea “B”, all’altezza della fermata “San Paolo”, hanno rubato il portafogli ad un turista straniera. L’ultimo a finire in manette è stato un 30enne cittadino romeno arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Quirinale che lo hanno sorpreso a bordo di un treno metropolitano della linea “B”, all’altezza della fermata “Piramide”, dopo aver rubato il portafogli con 170 euro e documenti personali ad un cittadino italiano.

Tutti gli arrestati sono stati trattenuti in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo