3 dicembre 2016

Roma – Baby rapinatori in azione tra Primavalle e Prenestino

Nel primo episodio, a finire negli uffici di Polizia, con la conseguente denuncia per rapina, un nomade di 14 anni che, insieme ad un altro giovane, poi rivelatosi essere il cugino, ha rapinato dei telefoni cellulari alcuni studenti di un Istituto Scolastico nella zona di Primavalle.

I due baby rapinatori sono stati individuati grazie alla segnalazione di un minore che ieri pomeriggio, all’uscita di scuola, transitando in Piazza De Santis, ha riconosciuto il gruppo di ragazzi che qualche giorno prima lo avevano rapinato del cellulare.

Appena ricevuta la segnalazione, l’operatore della Sala Operativa della Questura ha fatto convergere sul posto diverse pattuglie.

I primi ad arrivare sul posto sono stati gli agenti del Commissariato di zona che, proprio mentre stavano contattando il richiedente, sono stati avvicinati da altri due minori molto agitati, che hanno riferito ai poliziotti di essere stati appena rapinati dei cellulari da alcuni giovani.

Confrontate le descrizioni di tutte le vittime, e intuendo che probabilmente erano stati tutti rapinati dalla stessa banda, gli investigatori si sono messi sulle loro tracce e con l’aiuto di altri equipaggi giunti in ausilio sono riusciti a stanarli e a bloccarli.

I due, 13 e 14 anni, nati in Italia ma di cittadinanza bosniaca, hanno gridato agli agenti di lasciarli andare, riferendo di non aver fatto nulla di male.

Dopo poco, però, messi di fronte all’evidenza e trovati in possesso di uno dei cellulari rapinati, hanno confessato. Per il 14enne, pertanto, è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Arrestati, invece, altri due giovanissimi, appena 15enni che nella serata di ieri, in via delle Giunchiglie, nella zona del Prenestino, hanno prima rapinato del cellulare un loro coetaneo prendendolo a calci e pugni per farsi consegnare l’apparecchio e poi tentato di alleggerire di uno smartphone un altro minore. In questa circostanza, messi in fuga da un uomo che aveva notato la scena da un balcone, i due sono fuggiti e si sono nascosti all’interno di un cortile di via delle Alzavole. Quando gli agenti del Commissariato Prenestino sono giunti sul posto, hanno ascoltato le dichiarazioni delle vittime e dei testimoni e dopo aver ricostruito i fatti sono entrati nell’edificio di via delle Alzavole, dove i malviventi erano stati visti per l’ultima volta, e li hanno bloccati.

Identificati per A.S. e M.R.G., entrambi italiani, i due sono stati trovati in possesso di un coltello mentre il cellulare rapinato, del quale si erano disfatti strada facendo, è stato ritrovato in strada. Dovranno rispondere del reato di tentata rapina e rapina consumata.

About Ruggero Terlizzi 2865 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it