8 dicembre 2016

Cisterna di Latina – Passa il primo consuntivo dell’era Della Penna

Con 16 voti favorevoli e 7 contrari passa il primo bilancio consuntivo dell’Amministrazione guidata da Eleonora Della Penna.
Si è svolta questa mattina, alla presenza in aula di 25 consiglieri, la seduta in seconda convocazione del Consiglio comunale con all’ordine del giorno l’esame dei regolamenti del centro anziani, per il rilascio di autorizzazione per le installazioni di pedane e gazebo di esercizi pubblici su spazi esterni antistanti i locali, per gli acquisti di lavori, servizi e forniture in economia e, soprattutto, l’approvazione del rendiconto della gestione finanziaria 2014.
Ha preceduto l’esame dei punti la presentazione di interrogazioni e chiarimenti sull’attuale situazione politica.
Ha aperto la presentazione di interrogazioni il consigliere Merolla sulla Cisterna Ambiente per sapere se gli atti prodotti dal presidente siano legittimi anche in assenza del Consiglio di Amministrazione, inoltre per avere dei chiarimenti sulla presenza di uffici ad uso di gruppi politici di maggioranza all’interno del palazzo comunale.
Il consigliere Innamorato ha posto la questione dell’occupazione abusiva di alloggi popolari nel quartiere San Valentino e quali iniziative l’Amministrazione intenda prendere al riguardo, inoltre ha chiesto quali azioni intende prendere per risolvere i disagi, a veicoli e pedoni, causati dallo stato in cui versa Largo Risorgimento. Ha poi chiesto l’intervento del sindaco per una soluzione bonaria su due cause in tribunale tra l’Anffas di Cisterna e il Comune. Infine, sulla pista ciclopedonale Plus ha chiesto se le opere sono state realizzate in conformità con i progetti, e se il rifacimento del tratto su viale Giovane Europa costituisce un costo aggiuntivo.
Il sindaco ha risposto affermando che, come noto, i lavori per il Plus si concluderanno a fine estate, e allora la ditta esecutrice dovrà sottoporre quanto realizzato al controllo e collaudo tecnico e che eventuali rifacimenti non comportano costi all’ente.
Il consigliere Di Lelio ha evidenziato come il rifacimento del marciapiede nei pressi della Chiesa di S.Francesco, a seguito della pista ciclopedonale, sia stato in parte ripristinato in asfalto con perplessità sul decoro urbano e funzionalità
Giorgi, invece, ha chiesto spiegazioni sui ritardi nelle opere di conformità nella scuola di via dei Lecci e su chi provvederà alla conseguente spesa. Inoltre se verranno ripristinati i parcheggi per disabili su via Monti Lepini di fronte al Punto di Primo Soccorso ricevendo rassicurazioni dal sindaco.
In tema di viabilità, il consigliere Del Prete è tornato a chiedere interventi urgenti su via Toti e inoltre su un cassonetto dei rifiuti su via Marconi da tempo danneggiato.
Carturan ha evidenziato la presenza in aula dei residenti di via del Bosco e disagi che l’interruzione del transito sul ponte pericolante sta causando loro.
Il sindaco ha accolto la lettura pubblica di una nota sui tanti disagi a cui sono sottoposti i residenti delle aree servite da via del Bosco e al termine del Consiglio ha svolto con loro un incontro tecnico.
Carturan ha proseguito il suo intervento lamentando la mancata concessione dell’uso della sala consiliare per celebrare, con un convegno, il suo 25esimo anniversario di consigliere comunale.
Da qui in poi la discussione si è concentrata su Acqualatina e su come la vicenda della società mista stia condizionando il clima politico di varie amministrazioni della provincia tra cui Cisterna.
Il sindaco ha escluso che la vicenda Acqualatina stia influenzando l’amministrazione comunale di Cisterna ma che certamente, come sindaco e come presidente della Provincia, si adopererà per migliorare la gestione della società mista. Questa sera si terrà un incontro di maggioranza per stabilire quali azioni intraprendere in tal senso.
Il presidente del consiglio Ganelli, ha chiarito come il suo ruolo professionale, che vede anche l’incarico di revisore dei conti di Acqualatina, non è incompatibile – come certificato da pareri legali – ma inoltre non deve condizionare l’amministrazione nelle scelte più opportune da intraprendere nell’interesse della città.
Concluso il dibattito in aula, alle 12, si è passato all’esame dell’ordine del giorno con l’anticipazione dell’argomento di maggiore interesse: il rendiconto della gestione economico finanziaria 2014.
L’assessore al bilancio Martelli ha relazionato sottolineando come, a fronte della forti riduzioni dei trasferimenti dello Stato e del mantenimento delle aliquote tributarie, l’amministrazione ha agito per il “mantenimento in sicurezza degli equilibri di bilancio con contenimento dei costi ed equilibrata determinazione dei tributi e dei corrispettivi per i servizi, ispirata al buon senso ed equità. Forte è stato e sarà l’impegno sia politico che tecnico verso la razionalizzazione e selezione degli interventi nel campo delle opere pubbliche ed il mantenimento, e ove possibile miglioramento, della qualità dei servizi erogati al cittadino”.
Innamorato ha richiamato l’attenzione sulla valutazione dell’impatto sulle politiche economiche del consuntivo oltre al fatto che c’è un notevole scostamento tra le entrate in previsione e quelle a consuntivo.
Giorgi ha rilevato un’analisi laconica delle società partecipate e l’assenza di riferimento alla Fondazione Civita. Mentre Del Prete ha lamentato il ricorso a tecnici non locali per gestire un comune virtuoso.
Hanno votato a favore del bilancio consuntivo 16 consigliere mentre si sono dichiarati contrari Del Prete, Di Lelio, Giorgi, Innamorato, Merolla, Monti, Panfili.
La normativa impone l’immediata approvazione in Giunta comunale del riaccertamento straordinario dei residui finanziari dal 1° gennaio 2015. Pertanto la seduta è stata sospesa per consentire la deliberazione di giunta n.80/2015 che successivamente, a ripresa del Consiglio, il presidente dell’assise ne ha comunicato l’adozione.
Hanno fatto seguito i restanti punti riguardanti le modifiche a regolamenti comunali esistenti. In particolare, facendo seguito alle richieste pervenute al SUAP, l’aumento delle superfici per l’installazione di pedane e gazebo su aree pubbliche antistanti locali di pubblici esercizi o attività artigianali si settore alimentare (17 favorevoli, 6 astenuti). E’ stato invece, ritirata la modifica al regolamento dei centri anziani per accogliere le osservazioni emerse nel corso della discussione in aula. Approvato, infine, all’unanimità dei presenti le modifiche e integrazioni al regolamento comunale per gli acquisti di lavori, servizi e forniture in economia che prende atto delle novità normative intervenute.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.