4 dicembre 2016

Calcio – Lega Pro, cinquina del Catanzaro alla Lupa Roma

Ultima giornata di campionato per la Lupa Roma di Cucciari che si presenta al “Ceravolo” di Catanzaro con una salvezza già ottenuta con due giornate d’anticipo. Età media molto bassa in campo ed in panchina per la Lupa Roma (20,8 nell’undici titolare contro il Catanzaro) per cercare di far crescere e maturare i propri validi giovani del vivaio con il debutto dal 1’ del giovane terzino destro della Berretti classe 1997 Marco Losi (nipote del celebre Giacomo Losi, terzino destro della Roma per ben 15 stagioni dal 1954 al 1969). Gara subito molto vivace al “Ceravolo” con due ottime occasioni da una parte e dall’altra: prima il Catanzaro pericolosissimo con Santi chiamato alla deviazione in corner e poi la Lupa con il più giovane di tutti, Marco Losi, che di destro sfiora l’incrocio con il pallone che si spegne di un soffio a lato.

La Lupa Roma gioca a viso aperto e al 15’ si rende pericolosa con Cerrai che, bravo a recuperare un pallone a centrocampo, duetta bene con Santarelli e calcia da fuori area con il pallone che termina a fondo campo. Al 17’ grande occasione per il Catanzaro con Mancosu che, servito in area, trova di fronte a sé ancora un reattivo Santi che riesce a salvare la porta della Lupa Roma.

Il Catanzaro continua a rendersi pericoloso in avanti, la Lupa Roma parte in contropiede al 27’ con Leccese che si rende protagonista di una grande accelerazione che obbliga Orchi al fallo dal limite: giallo per il difensore del Catanzaro e calcio di punizione per la Lupa che viene battuto da Margarita senza creare però pericoli dalle parti di Migani.

Al 36’ l’arbitro lascia la Lupa Roma in 10 per un fallo di Mastropietro su D’Orsi che viene sanzionato con il rosso diretto. Al 45’ il Catanzaro trova la rete del vantaggio su un calcio di rigore molto generoso assegnato per presunto fallo in area di Conson su Razzitti. Sul dischetto si presenta capitan Russotto che, dagli undici metri, trova l’angolino alla destra di Santi.

Nella ripresa dopo 11 minuti la Lupa Roma trova il meritato pareggio con Lorenzo Cerrai che, servito ottimamente dalla destra, trova un perfetto sinistro dall’interno dell’area di rigore che non lascia scampo a Migani. Secondo gol in campionato per il centrocampista classe 1993 che bissa la rete siglata a Cosenza confermando la sua tradizione positiva in terra calabrese. La Lupa Roma dopo aver trovato il pareggio effettua la seconda sostituzione del match dopo l’ingresso di Faccini in luogo di Curcio facendo esordire in Lega Pro dopo il difensore classe 1997 Marco Losi anche il centrocampista classe 1997 Leonardo Blasi che sostituisce l’autore del gol Lorenzo Cerrai, autore di un’ottima prova quest’oggi al “Ceravolo”.

Al 16’ torna in vantaggio il Catanzaro con Ghosheh che, con un tap-in vincente, beffa da due metri Santi firmando il gol del 2-1. La formazione locale, sfruttando la superiorità numerica, trova poco dopo al 21’ anche il tris con Razzitti che, servito da Calvarese, firma il 3-1 a Santi battuto. La Lupa Roma cerca di rientrare in partita con un palo interno colpito da Tulli ed il pallone che torna poi tra le mani di Migani. Il Catanzaro continua ad attaccare e al 32’ trova la quarta rete con un colpo di testa di Orchi che firma così il 4-1.

Si chiude con la rete di Giandonato all’ultimo minuto di recupero per il Catanzaro l’ultima gara di campionato con la Lupa Roma che esce sconfitta 5-1 dal “Ceravolo” di Catanzaro chiudendo così a 40 punti la propria prima stagione nel professionismo con una salvezza ottenuta con 180 minuti di anticipo. Doppia grande gioia per due giovani promettenti della Berretti della Lupa Roma: il difensore ’97 Losi e il centrocampista ’97 Blasi esordiscono in Lega Pro dando seguito ad una filosofia societaria che, improntata sulla crescita dei propri giovani, si giocherà le fasi finali dello scudetto Allievi Nazionali partendo dai sedicesimi di finale nel doppio confronto in programma contro il Matera.

CATANZARO – LUPA ROMA     5-1

CATANZARO: Migani, D’Orsi, Squillace, Giandonato, Orchi, Ghosheh, Calvarese, Mancuso (40’st Benincasa), Razzitti, Russotto (c) (36’st Tedesco), Mounard (19’st Badara). All.: D’Urso. A disp.: Cannizzaro, Daffara, Caputa, Johnson.

LUPA ROMA: Santi, Losi, Curcio (5’st Faccini), Cerrai (14’st Blasi), Conson, Pasqualoni, Bariti, Santarelli, Leccese (25’st Tulli), Margarita, Mastropietro. All.: Cucciari. A disp.: Di Mario, Masi, Ferrari, Tajarol.

ARBITRO: sig. Capone di Palermo.

ASSISTENTI: sigg. Guglielmi di Albano Laziale e Colizzi di Albano Laziale.

MARCATORI: 45’pt Russotto (C, rig.), 11’st Cerrai (L), 16’st Ghosheh (C), 21’st Razzitti (C), 32’st Orchi (C), 48’st Giandonato (C).

NOTE – ESPULSO: 36’pt Mastropietro (L). AMMONITI: Orchi (L), Cerrai (L). CALCI D’ANGOLO: 8-2 per il Catanzaro. RECUPERO: 3’pt, 4’st.

Fonte fotografica: D’Epifanio/Lupa Roma FC

Valerio D’Epifanio