8 dicembre 2016

Alti e bassi per l’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team

Risultati alterni per l’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team oggi sul circuito di Imola. Davide Giugliano è salito sul podio in gara 1, al terzo posto, prima di chiudere la seconda manche in quarta posizione. Per Chaz Davies invece è stata una giornata da dimenticare, con due stop dovuti a problemi tecnici.

Gara 1 – Sia Davide che Chaz hanno fatto una buona partenza, mantenendo le loro posizioni di partenza, primo e quarto rispettivamente, nel corso dei primi giri. Al settimo giro Davies ha superato Rea per posizionarsi terzo ma purtroppo quasi subito dopo un problema tecnico lo ha costretto ad uscire di pista e purtroppo non è stato in grado di continuare la sua gara.
Una bandiera rossa ha fermato la gara al 11simo giro, e un ‘quick restart’ ha visto i piloti tornare in griglia per una seconda gara ‘sprint’ fatta di soli 6 giri. Ricominciando dalle posizioni in cui avevano concluso il nono giro, Davide era secondo in griglia, tra le due Kawasaki di Sykes e Rea. Soffrendo, come ci si spettava, per il dolore e per la stanchezza, il pilota romano è stato superato da Rea nel primo giro, ma non ha mai mollato, mettendo in mostra tutta la sua grinta, che lo ha portato a tagliare il traguardo in terza posizione, dietro alle due Kawasaki. Un bellissimo podio per il portacolori Aruba Ducati nella sua prima gara della stagione 2015.
Gara 2 – Chaz e Davide si trovavano terzo e quarto nei primi giri, scambiandosi le posizioni, subito  dietro le due Kawasaki. I due piloti Ducati Facevano di tutto per dare la caccia ai due piloti che li precedevano, ma iniziavano gradualmente a perdere terreno, Davies a causa di un problema tecnico e Giugliano a causa della stanchezza. Chaz, nonostante qualche problema alla sua moto, ha fatto di tutto per concludere la manche, ma purtroppo è stato costretto a fermarsi nel corso del 15 giro. Davide  ha condotto un finale di gara in solitario, portando la sua Panigale R in quarta posizione. Un ottimo risultato considerando lo sforzo fisico ed i tre mesi di inattività.
Dopo i primi cinque round del campionato 2015, Davies si posiziona quarto nella classifica generale con 123 punti e Giugliano, guadagnando i suoi primi punti della stagione, occupa il 17simo posto con 29 punti. Ducati è attualmente terza nella classifica dei costruttori (164 punti).
Dichiarazioni dopo le gare di oggi:
Davide Giugliano (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team #34) – 3°,4°
“Sono molto contento del podio, che a livello personale, vale come una vittoria. Dopo la prima parte della prima manche ero già stanco e nella seconda parte ho sofferto molto; non avrei potuto fare di più. Ero indeciso se fare la seconda manche o no perché ero veramente sfinito, ma grazie al supporto della Clinica Mobile ed al sostegno di tutti i miei tifosi, ho potuto chiudere anche la seconda gara, in quarta posizione. E’ stato un weekend importante che ci ha fatto capire che possiamo combattere in ogni singola gara per le posizioni di vertice. Abbiamo una moto molto performante e, una volta che sarò tornato in forma, so che potremo essere ancora più competitivi. Non è stato per niente facile correre oggi ed è stato possibile soprattutto grazie al grande aiuto che il team, la mia famiglia e il Prof. Fabio Catani dell’ospedale Policlinico di Modena, mi hanno dato in questi mesi. Quindi voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno dato supporto e anche i tanti tifosi che sono venuti a guardare le gare oggi qui a Imola.”
Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team #7) – DNF, DNF
“Ovviamente è stata una giornata nera, avevamo la possibilità di per poter fare due buone gare qui oggi e invece torniamo a casa senza nulla in mano. In gara 1 un problema tecnico mi ha fermato e speravo quindi di potermi rifare in gara 2. Purtroppo subito dopo pochi giri della seconda manche, ho avvertito che c’era qualcosa che non andava sulla moto. Usavo la seconda moto ovviamente e ho dovuto modificare qualche setting con i pulsanti all’inizio, dopodiché la moto sembrava un po’ più fluida. Però poi ho cominciato ad avere altri problemi, mi è scivolato il piede dalla pedana e mi sono accorto che c’era una leggera perdita di olio, ho cercato di prestare attenzione e speravo che non peggiorasse per finire la gara ma non è stato possibile… Una giornata da dimenticare…”
Ernesto Marinelli – Ducati SBK Project Director –
“Questo weekend si divide al 50%. Da una parte siamo soddisfatti perché il rientro di Davide dopo tre mesi di inattività è stato davvero positivo. Per lui segnare la pole ed un podio è stata sicuramente un’impresa che corona il suo grande talento e determinazione. Purtroppo in gara non si è potuto esprimere al 100% perché non ha avuto la possibilità di recupere l’allenamento necessario per le due manche, ma ha dato fondo a tutte le sue energie e di certo non gli si poteva chiedere di più. Il fatto che si sia trovato subito bene sulla moto testimonia la giusta direzione nello sviluppo. Dall’altra parte i due stop tecnici di Davies sono stati gravi in questa parte del campionato. Da stamattina le sue sensazioni sulla moto erano migliorate molto e sicuramente avrebbe potuto fare due belle gare. Dovremo analizzare in dettaglio cosa è successo per evitare che possa ricapitare in futuro. Ci aspetta quindi tanto lavoro in vista di Donington.”
Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.