7 dicembre 2016

25° Trofeo Lodovico Scarfiotti

Con un ricco programma, il Trofeo Lodovico Scarfiotti andrà in scena in soluzione doppia dal 29 al 31 maggio sul percorso di 8877 metri. La manifestazione dedicata all’indimenticato campione della montagna, delle corse prototipi e anche della formula 1, conoscerà contemporaneamente la 25^ edizione per le vetture moderne e validità CIVM e l’ottava edizione del Trofeo Storico, corsa valevole per il CIVSA. La ghiotta opportunità di vedere tutti i protagonisti di entrambi i campionati nelle varie aree paddock del centro di Sarnano, darà modo di apprezzare l’evoluzione della specialità assieme alle vetture che ne hanno decretato il boom negli anni settanta ed ottanta, quando erano maggiormente presenti le vetture di case automobilistiche nazionali, sia nelle piccole cilindrate che tra le vetture più performanti. Molti assi hanno già annunciato la loro presenza alla Sarnano-Sassotetto, che celebra il quarto di secolo di edizioni, anche se non consecutive. L’avvio organizzativo infatti fu nel 1969, quando l’Automobile Club Macerata volle onorare Scarfiotti che su queste curve e tornanti si allenava spesso tra i suoi impegni agonistici. Il primo vincitore fu il cosentino Domenico “Don Mimì” Scola, che prevalse sul primo percorso utilizzato di 12,400 metri su Abarth 2000 fin sul Passo della Maddalena. Scola vinse poi anche la quarta edizione del 1972 su una Chevron B21-Ford. Dopo aver iniziato la sua carriera automobilistica nel 1948, ha avuto modo di incontrare più volte nelle cronoscalate il compianto Scarfiotti. In occasione di quella sua vittoria della prima edizione si verificò un episodio curioso, con lo smarrimento del Trofeo nell’albergo dove soggiornava a Sarnano, che naturalmente gli venne restituito. Domenico senior ha smesso l’attività sportiva nel 2011, correndo in alcune occasioni a fine carriera addirittura assieme all’omonimo nipote. Domenico junior ha pensato bene nell’edizione 2013 di aggiungersi all’albo d’oro della Sarnano-Sassotetto, vincendo la gara e fissando il record del percorso, battuto lo scorso anno da Simone Faggioli. Quest’anno le due gare valide per l’italiano moderne (CIVM) e per l’italiano storiche (CIVSA) avranno ognuna un programma a sé, pur con lo svolgimento nello stesso fine settimana. Per le moderne, verifiche il venerdi (con piccola appendice il sabato mattina), due salite di prova sabato mattina e due manches di gara la domenica. Per le storiche verifiche al venerdi ed al sabato mattina, due salite di prova il sabato pomeriggio e una salita di gara la domenica tra le due manches delle moderne. Sotto i riflettori potremo ammirare così gli specialisti di entrambi i campionati, con gare e premiazioni ben separate. Non ci saranno infatti gare di contorno.

La manifestazione dal 29 al 31 maggio sarà organizzata dall’Automobile Club Macerata e dalla sua Associazione Sportiva, in completa collaborazione con il Comune di Sarnano, la Provincia di Macerata, l’associazione Sarnano in Pista, la Comunanza Agraria Piobbico-Sarnano e la Comunità Montana dei Monti Azzurri.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5976 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.