6 dicembre 2016

V Municipio – Servizio civile, la proposta dell’amministrazione tra percorsi, orti, parchi e giardini

Il Centro Educazione Ambientale del Municipio Roma V nell’ambito del Bando per l’impiego di volontari in Servizio Civile ha presentato il Progetto “Percorsi tra Orti, Parchi e Giardini” incentrato sulla salvaguardia e la tutela dei Parchi e delle Oasi naturalistiche.

Il Piano per il Servizio civile con il CEA verrà presentato il 7 maggio alle ore 17:00 presso la Casa della Cultura di Villa de Sanctis: saranno presenti insieme al presidente del Municipio, Giammarco Palmieri, gli assessori municipali Giulia Pietroletti e Alessandro Rosi, i rappresentanti del CEA, della Federtrek e dell’Associazione culturale Colmeia collaboratori del Progetto.

La proposta, indirizzata a n.4 volontari, si basa sulla costruzione, partendo da una accurata mappatura e osservazione di parchi orti e giardini presenti sul territorio municipale, di percorsi didattici funzionali a stimolare relazioni sinergiche tra generazioni, popoli e culture, scuole e quartieri.

Utilizzando il concetto di “Orto sinergico” – definizione basata sulle ricerche svolte relativamente all’impoverimento del suolo a causa dell’uso/abuso agricolo meccanico-chimico da parte dell’uomo – s’intendono promuovere conoscenze orientate all’utilizzo delle “varietà” delle specie arboree e alla “condivisione” di spazi quali difese e rimedi naturali contro malattie delle piante e impoverimento delle sostanze nutritive del terreno.

Cosi come l’orto sinergico si configura come un piccolo ecosistema, lo stesso concetto s’intende estenderlo all’organizzazione dei giardini. L’insieme degli orti e giardini urbani assume così caratteristiche di strumento di valorizzazione e di salvaguardia sociale e ambientale del territorio. E’ attraverso lo scambio di esperienze e tecniche, di esplorazione “didattica” e pratica che ci si propone di favorire una nuova prospettiva di appartenenza della comunità municipale prevenendo il degrado e l’abbandono delle aree verdi.

Anche la recente istituzione di “Orti Urbani” presso il Parco Alessandrino -Tor Tre Teste che ha visto l’affidamento di particelle ortive agli abitanti del territorio, diventa premessa importante per una proficua collaborazione territoriale, così come per le esperienze realizzate con alcune scuole (vedi S.E.S. Pirotta) e aree verdi (vedi Parco di Via delle Palme).

Uno degli obiettivi del progetto è consolidare i rapporti già avviati con la maggior parte degli Istituti Scolastici del territorio e di incrementare relazioni con istituti coinvolti solo recentemente raggiungendo anche alcune scuole finora meno partecipi ai precedenti progetti, nella promozione della cultura ambientale. S’intende quindi coinvolgere direttamente almeno 1000 persone, tra alunni, insegnati, famiglie e cittadini del territorio, destinatari del progetto stesso.

“Il Progetto – dichiara Palmieri – avrà non solo una valenza educativo-ambientale ma servirà anche come mezzo di relazione tra diverse generazioni ed etnie; potrà essere un modo efficace per instaurare un ponte intergenerazionale tra giovani, adulti e anziani favorendo una valorizzazione del vissuto e delle competenze dell’adulto e dell’anziano, come esperienza di vita per i giovani. Si potranno stabilire vincoli di cooperazione piuttosto che di competizione tra i membri di una comunità territoriale. In tal modo a beneficiarne saranno anche le istituzioni locali, le scuole, le biblioteche, e tutte le realtà del territorio oggetto delle innovazioni introdotte dal Progetto”.

About Giovanni Soldato 2956 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.