7 dicembre 2016

Roma – De Vito: “Sulle botticelle calpestata la volontà popolare.”

“Ancora una volta il PD ritarda e affossa l’iter delle proposte di iniziativa popolare. Rimarrà davvero indelebile nella mia memoria il rilievo secondo cui la delibera, non precisando adeguatamente che deve essere fatto esclusivo divieto del trasporto di persone – ma parlando di botticelle a cos’altro poteva riferirsi?- non farebbe salvi i diritti di coloro che con il cavallo intenderebbero trasportare delle cose, magari un fascio di legna, magari nell’agro romano, magari “in sul calar del sole”, in una sorta di scena bucolica dal sapore leopardiano”, afferma alla conclusione dei lavori Marcello De Vito.

Così affonda in commissione congiunta ambiente/mobilità la proposta di iniziativa popolare per l’abolizione delle botticelle, per la quale ci doveva essere l’espressione del parere.
Alla raccolta delle 10.000 firme avevano contribuito Animalisti Italiani Sede Roma, AVA , Io Libero Avcpp, LAV , ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali e OIPA Roma.

“Al contrario dei partiti di maggioranza, il M5S in Commissione ha dichiarato apertamente la sua volontà. Siamo favorevoli alla delibera e per l’abolizione delle botticelle. A dire il vero lo avevamo già fatto ad inizio consiliatura, con una mozione di Enrico Stefàno, bocciata dal PD. Anzi, lo avevamo già fatto nel programma elettorale. Va debitamente rimarcato che anche il programma del Sindaco Marino prevedeva l’abolizione delle botticelle.

E invece del parere oggi abbiamo assistito al solito balletto: “gli uffici hanno fatto rilievi”, “quel parere non va bene”, “questo punto della delibera va rivisto”, laddove le proposte di iniziativa popolare non sono emendabili.
Film già visto in questi due anni per tantissime proposte di iniziativa popolare. Così come già visto è stato il solito modus operandi del Pd. In barba alla volontà popolare.”