10 dicembre 2016

Formia– Archeologia e spettacolo, un mese di eventi per il “Maggio dei monumenti”

 

La gloria di Roma e le bellezze di Formia. Dal 9 al 31 maggio nove appuntamenti da non perdere per il “Maggio dei monumenti – I luoghi dell’arte”, la rassegna promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Formia. Performance, spettacoli teatrali, percorsi artistici, installazioni multimediali. Protagoniste le quattro associazioni che hanno risposto con successo all’avviso di manifestazione di interesse pubblicato nell’aprile scorso dall’Amministrazione comunale.

Si parte sabato 9 e domenica 10 maggio presso la Villa Comunale con un evento dedicato ai più piccoli curato dall’Associazione “Teatrarte”. Dalle ore 18 alle 19 i bambini saranno protagonisti di un magico viaggio nella favola antica. Portati per mano da Gaio Giulio Fedro, il più grande scrittore di fiabe della tradizione latina, visiteranno i Criptortici e visioneranno i reperti romani posti all’interno della Villa lasciandosi cullare dai versi di un’antica favola romana.

Il secondo appuntamento è per sabato 16 maggio dalle ore 21 alle 23 al Teatro Romano di Castellone (Cancello). L’associazione “Formia Turismo” porta in scena “Cicerone contro Antonio – La lotta per il potere – II Filippica”, rievocazione del celebre intervento che l’oratore romano pronunciò al Senato romano nel 43 a.C. Dopo l’assassinio di Cesare e di fronte al potere acquistato da Antonio, Cicerone avviò contro quest’ultimo una violenta campagna denigratoria, appoggiando il figlio adottivo di Cesare, Ottaviano. Quando il futuro Augusto si alleò con Antonio e Marco Emilio Lepido nel cosiddetto Secondo triumvirato, Cicerone fu punito per le sue invettive. Raggiunto dai sicari di Antonio fu ucciso a Formia dove è tuttora la sua tomba. Lo spettacolo è gratuito con prenotazione obbligatoria al n. 349.5328280 (Vito) – Si può chiamare anche al cell.339.1842560 oppure scrivere una mail all’indirizzo formiaturismo@gmail.com. L’accesso al pubblico sarà garantito ogni 30 minuti per un massimo di venti persone alla volta.

Domenica 17, venerdì 29 e domenica 31 maggio, dalle ore 18 alle 21, il Cisternone romano ospita invece “Le memorie di Adriano”, lo straordinario romanzo di Marguerite Yourcenar rivisto e interpretato dal Teatro Bertolt Brecht. L’anziano e malato imperatore Adriano indirizza una lunga epistola al giovane amico Marco Aurelio che, poco dopo, diverrà suo nipote adottivo e successore al trono. L’imperatore ripercorre la sua parabola di vita: i trionfi militari, l’amore per la poesia, la musica e la filosofia. Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria (chiamare il n. 327.3587181). L’ingresso sarà garantito a quattro gruppi per ogni giorno di rappresentazione.

Gli ultimi tre appuntamenti vedono protagonista l’Associazione “Lestrigonia”. Il primo è per venerdì 22 maggio alle ore 19. Presso la Fontana di San Remigio un archeologo racconterà “Storie di viandanti e viaggiatori… la Regina Viarum”, interessantissimo focus sulla storia della via Appia. Domenica 24 maggio, dalle ore 18.30 alle 22.30, tappa al Cisternone romano di Castellone per “Vitruvio e i segreti dell’acqua”, installazione multimediale che racconterà le meraviglie dell’ingegneria romana. La visita è anche in questo caso gratuita ma con prenotazione obbligatoria al n. 339.2217202. L’ultimo appuntamento è per venerdì 29 maggio alle ore 19 presso il Museo Archeologico. L’associazione “Lestrigonia” propone “Racconti di pietra”, storia dell’antica Formiae narrata attraverso le iscrizioni epigrafiche e la scrittura su tavolette di cera.

“Quello offerto alla cittadinanza è un programma ricco – commenta l’Assessora alla Cultura Maria Rita Manzo che mira a coniugare passato e presente, la volontà di promuovere il patrimonio storico e archeologico di Formia e il desiderio di stare insieme nei luoghi simbolo della città. Ancora una volta, abbiamo scelto la via del bando fissando criteri di assoluta trasparenza e serietà. Siamo soddisfatti perché quelli selezionati sono tutti progetti interessanti che rispondono pienamente all’esigenza di proporre eventi validi sotto il profilo culturale e, al tempo stesso, capaci di raccogliere l’interesse del pubblico di ogni genere ed età”.