17 gennaio 2017

Primo premio Fairplay alle Fiamme Gialle all’Istituto Comprensivo “Via Ormea”

Mercoledì 6 maggio a Castelporziano, presso la sede del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, la squadra dell’ Istituto Comprensivo “Via Ormea” che ha partecipato al Torneo “Corriere dello Sport junior Club”, campionato di calcio a 11 dedicato ai ragazzi delle scuole superiori e delle scuole medie di Roma, riceverà il primo “Premio Fair Play Fiamme Gialle” per la categoria giovanissimi.

Per la prima volta, infatti, il nostro sodalizio ha voluto patrocinare un evento che non fa parte delle discipline praticate nell’ambito del Gruppo Polisportivo Fiamme Gialle ed in particolare riguardante il calcio.

La scelta è stata dettata dall’intento di dare un messaggio ai giovani, premiando il loro comportamento, e non il loro risultato, raccogliendo la sfida lanciata dagli organizzatori del Torneo che hanno voluto nel regolamento, pena l’esclusione, stigmatizzare con forza quei comportamenti antisportivi che purtroppo ci accompagnano in troppe domeniche televisive. Le Fiamme Gialle, in quanto Istituzione che sviluppa sport di alta qualificazione, hanno nella propria mission sempre di più la promozione dello sport e dei suoi valori tra i giovani. Questo premio vuole essere un segnale in questa direzione.

I ragazzi dell’Istituto Comprensivo Ormea saranno nostri ospiti per l’intera giornata presso il Centro Sportivo della Guardia di Finanza, e avranno la possibilità di vivere una particolare esperienza, incontrando gli atleti e trascorrendo – questo, almeno, è l’auspicio – delle ore intense e motivanti, con esperienze che stimolino la loro curiosità ed il loro interesse, e che soprattutto facciano radicare in loro passione per lo sport, i suoi valori e la sua pratica.

A fine giornata, grazie ai premi e gadget offerti, oltre che dalle Fiamme Gialle anche dalla FIGC e dalla Nike e dalle aziende Unicredit e Nissan, tra l’altro sponsor della Champions League, le giovani promesse del calcio saranno premiate per il comportamento mostrato per tutta la durata del torneo, ed improntato al gioco leale, al rispetto delle regole e degli avversari. Un “Fair Play” che vorremmo vedere tutti molto più spesso in tutti i luoghi dove ci si sfida in nome dello sport.