5 dicembre 2016

Basta forzature sulla scuola

«Il provvedimento renziano sulla scuola sarà votato alla Camera il 19 maggio prossimo grazie ad una furbizia: il collegamento al DEF consente al governo di fissare la data del voto. Non solo. Per garantire il rispetto dei termini di scadenza, la Commissione dovrà procedere in maniera sintetica e superficiale nell’analisi degli emendamenti. La fretta e la superficialità non aiutano a migliorare la scuola italiana». Lo affermano i deputati di Sel della commissione Cultura di Montecitorio Giancarlo Giordano e Annalisa Pannarale commentando la decisione della capigruppo.

«Tempi così stretti – proseguono i deputati di Sel della VII commissione –  impediranno di fatto ogni possibilità di modifica sostanziale di un provvedimento sbagliato e regressivo. Mentre nel paese cresce la mobilitazione di tutto il mondo della scuola, e in vista dello sciopero generale del 5 maggio prossimo, il governo sceglie di forzare. Sinistra Ecologia Libertà ha chiesto da subito lo stralcio delle assunzioni e un decreto ad hoc per garantire le stabilizzazioni dei precari per il prossimo anno scolastico. Un modo, concludono i deputati di Sel della VII commissione, per tutelare i precari e al tempo stesso restituire al Parlamento tempi non contingentati e una discussione approfondita del provvedimento».

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5944 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.