4 dicembre 2016

F4 – Joao Vieira a Vallelunga pensando al Campionato

Ultimi due giorni di lavoro per Joao Vieira che, in preparazione della gara di apertura dell’Italian F4 Championship powerd by Abarth, si è trasferito sul circuito capitolino di Vallelunga. Il driver verde-oro dell’Antonelli Motorsport è tornato al volante della Tatuus F4 focalizzando il lavoro sul racing week-end del 1-3 maggio, provando diversi set-up.

Lungo i 4.085 mt del tracciato internazionale “Piero Taruffi” Joao ha svettato nella prima giornata portando a termine il programma studiato dallo staff di Marco Antonelli, segnando il miglior crono della giornata in 1’34”414. Secondo giorno meno fortunato e condizionato da un problema al cambio che lo ha rallentato il lavoro, costringendolo a chiudere in anticipo la giornata. Con le due giornate di test di Vallelunga si è concluso il percorso pre-stagionale che ha visto il pilota della Minardi Management segnare il nuovo record a Monza e Imola, presentandosi ai nastri di partenza tra i pretendenti alla vittoria del Campionato “Sono stati due giorni intensi e molto importanti, in cui abbiamo provato diverse configurazioni. Dopo aver segnato il miglior crono alla fine della prima giornata, la sessione di sabato è stata condizionata da un problema al cambio che non ci ha permesso di girare. In vista della gara inaugurale del campionato però abbiamo già individuato il nostro set-up ideale e, per questo, restiamo fiduciosi. Abbiamo percorso molti chilometri durante i test, raccogliendo informazioni molto utili e fondamentali per la stagione” commenta Joao Vieria

“Sono soddisfatto del lavoro svolto da Joao in queste due giornate conclusive. Sono state provare diverse soluzioni in vista della gara di apertura in programma il prossimo week-end. Purtroppo siamo stati rallentati da un problema nell’ultima sessione, ma il miglior crono nella giornata di apertura è un’ulteriore segnale positivo” analizza il manager Giovanni Minardi

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5933 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.