10 dicembre 2016

Comicon Napoli: parte la grande festa del fumetto

Centomila. Venticinquemila al giorno, dal 30 aprile al 3 maggio. Il tutto esaurito è una facile previsione, perché il Comicon, il salone internazionale del fumetto di Napoli, dopo Lucca, è l’appuntamento che gli appassionati aspettano tutto l’anno. Ormai da 17 anni. E apre idealmente il maggio turistico napoletano, un successo annunciato dalle stime che lo stesso sindaco Luigi De Magistris definisce “entusiastiche”.

Un evento anche dal punto di vista economico, visto che “è stato calcolato- dice il direttore di Napoli Comicon, Claudio Curcio- che l’edizione del 2013, a fronte di un milione di spese, portò 5 milioni di euro di guadagni indotti per la città”. E quest’anno il Comicon si allarga all’insegna della qualità: più padiglioni e più spazio esterno alla Mostra d’oltremare, fino ad arrivare al laghetto di Fasilides che vede protagoniste le attività di gioco di ruolo dal vivo, ma allo stesso tempo una limitazione dei biglietti in vendita per agevolare la capienza e la fruizione della manifestazione. Il nuovo triennio tematico pone quest’anno il fumetto in relazione ai media: il focus è infatti su fumetto & stampa. Dalla nascita della Nona arte, da subito presente su giornali, quotidiani e settimanali, passando per la grande stagione internazionale (e italiana) delle riviste, fino ad arrivare all’attuale ‘graphic journalism’, con il linguaggio del fumetto che si fa anche racconto di realtà per immagini. Tutto ciò presentato da un ‘magister’, un’icona di riferimento del fumetto, che rispecchia parte delle caratteristiche del tema annuale, e che guida parte del programma culturale: Milo Manara.

“C’è un grandissimo entusiasmo attorno a questo evento- dice il sindaco De Magistris- lo avverto persino a casa, dove i miei figli sono settimane che mi assillano per andarci. E’ una manifestazione di grandissima qualità, che arriva in un momento in cui Napoli punta a farsi sempre di più eccellenza per i flussi turistici alla ricerca di creatività giovanile e voglia di espandersi verso i confini più lontani. E poi vediamo premiato lo sforzo di tenere aperta la Mostra d’Oltremare tutti i giorni da due anni”.
Il programma degli eventi speciali è fittissimo e abbraccia una moltitudine di orizzonti: ci sarà una grande mostra su Fumetto e Stampa articolata in un percorso di 4 principali sezioni, dalla grande rivista Linus passando per gli autori di Futuro anteriore, fino ad arrivare al Graphic journalism di Becco giallo. Ci saranno i grandi ospiti internazionali, come Yoshiki Tonogai, Ryuhei Tamura, Kaare Andrews, Mike McKone, Kevin O’Neill, oltre ad italiani come: Leo Ortolani, Sio, Tanino Liberatore. Ci saranno le anteprime cinematografiche come ‘Il libro della vita’ di Jorge Gutierrez prodotto da Guilermo del Toro, o i contenuti speciali della Warner bros, che ha portato a Napoli due dei veicoli originali dal set dell’ultimo capitolo della saga di ‘Mad Max’, e che presenterà in anteprima un episodio inedito della serie tv ‘Gotham’.

Senza dimenticare la presenza delle principali case editrici del fumetto italiane, che anche quest’anno dedicheranno numeri speciali all’evento, come Topolino che avrà in copertina Pompei. E poi, al Comicon, ci sono le sezioni parallele, dei veri e propri saloni nel salone. Il GameCon, che quest’anno vede la speciale partnership con Multiplayer.it. CartooNa con il suo programma di proiezioni e incontri sul cinema di animazione e le web series (nel teatro Mediterraneo), e l’Asian village, dedicato ai concerti e agli incontri della cultura asiatica,  che tra gli appuntamenti in programma offre il sempre più importante Comicon cosplay challenge, che anche quest’anno vedrà il vincitore della gara pro volare a Londra per difendere i colori italiani nell’EuroCosplay championships ed il vincitore della gara di domenica 3 maggio premiato con un viaggio in Giappone. Infine, tanto spazio anche per i più piccoli con la grande area Comicon kids.

“Ci arrivano prenotazioni da ovunque- dice il direttore del Comicon, Claudio Curcio- i biglietti sono quasi esauriti in prevendita. Raggiungeremo 60.000 metri quadri tra padiglioni e spazi esterni, la partecipazione degli espositori è clamorosa: ci sono autori da tutto il mondo e tutte le grandi case editrici italiane”.
Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5990 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.