5 dicembre 2016

Ladispoli – Il De Begnac in prima linea contro le mafie

 

Ancora una volta l’ISIS “De Begnac” si distingue per impegno e sensibilità verso tematiche fondamentali per l’assetto sociale del nostro Paese. A pochi giorni dall’incontro degli studenti con Rita Borsellino presso l’aula consiiare di Ladispoli, il premio prestigioso del concorso Disegna la legalità  va ad una studentessa del I A Cat (costruzioni ambiente e territorio), Gabriela Lucaci.

La cerimonia si è tenuta Agrigento il 22 aprile presso la sede del Parco della Valle dei Templi a Casa San Filippo ad opera del  CCIAA (Camera Commercio Industria e Artigianato) di Agrigento.

Significativo l’intervento audio del presidente dell’Autorità anticorruzione Dott. Raffaele Cantone, secondo cui “le mafie, potranno essere sconfitte se tutti faremo la nostra parte, se dal concetto di legalità, passeremo a quello di responsabilità. Tutte le leggi e gli sforzi delle forze dell’ordine saranno poca cosa se o cittadini e principalmente i giovani non contribuiranno all’affermazione dei principi di legalità”.

Come ha sottolineato Vittorio Messina, presidente della Confesercenti d’Area della Sicilia centro meridionale, bisogna “sensibilizzare i più giovani alla cultura della legalità intesa quale valore fondamentale del cittadino. Il coinvolgimento delle Istituzioni, a fianco dei rappresentanti degli Istituti scolastici selezionati, rappresenta un’occasione per chi considera la legalità quale precondizione essenziale per la crescita economica e sociale del territorio”.

Pregnante l’intervento della prof.ssa Asole Maria Antonietta di diritto ed economia dell’istituto di Ladispoli, che ha rimarcato l’importanza per gli studenti degli argomenti trattati.

Alla consegna dei premi il prefetto di Agrigento Nicola Diomede, per il quale  il concorso  assume l’umus di un “terreno su cui costruire i concetti di responsabilità e legalità …in cui i veri protagonisti sono i ragazzi”.