Fidene – Blitz antidroga, trovate diverse armi e un kalashnikov

Gli agenti della Polizia di Stato, in servizio presso il Commissariato di Fidene Serpentara, nel corso di servizi info – operativi, sono riusciti ad individuare un uomo sospettato di detenere in casa sostanze stupefacenti ed in procinto di trasferirle in un luogo più sicuro.




Gli investigatori hanno così deciso di approfondire i controlli e ieri pomeriggio, con uno stratagemma, sono riusciti ad entrare nell’abitazione dell’uomo, identificato per G.A., romano di 28 anni.

Durante la perquisizione, all’interno della lavastoviglie i poliziotti hanno rinvenuto un involucro in cellophane contenente 42 grammi di hashish, un bilancino elettronico e materiale per il confezionamento delle dosi. Sopra un mobile nella camera da pranzo invece, è stato sequestrato un involucro contenente alcuni grammi di eroina.

Estesa la perquisizione all’interno del garage condominiale, all’interno del cassetto portaoggetti del ciclomotore di proprietà dell’uomo, i poliziotti, grazie all’ausilio dei cani poliziotto, hanno rinvenuto e sequestrato 3 ovuli di hashish per un peso di circa 30 grammi.

Nella circostanza il cane antidroga, condotto anche in altri settori dello stesso garage condominiale, nel parcheggio auto scoperto, è stato attratto da alcuni mobili accatastati. Eseguito un accurato controllo, sono stati recuperati 2 involucri di cui uno contenente 152 grammi di marijuana e l’altro, 100 colpi calibro 7.65.

La successiva perquisizione ha consentito di recuperare una borsa di colore nero con dentro 1 mitragliatore Kalashnikov calibro 7.62 con due caricatori. Il primo rifornito di 30 colpi e l’altro di 19 colpi, entrambi dello stesso calibro dell’arma.

Sono state inoltre sequestrate una pistola mitragliatrice “Skorpion” calibro 7.65, una replica di pistola Beretta modello 92 priva di tappo rosso e 51 colpi calibro 38 e 357.

Gli agenti hanno rinvenuto anche un giubbotto antiproiettile, un bilancino di precisione, una placca metallica identica a quelle in uso alla polizia di Stato, 3 palette segnaletiche delle quali due della Guardia di Finanza ed una dell’Arma dei Carabinieri finemente contraffatte.

Accompagnato negli uffici del Commissariato l’uomo è stato arrestato per la detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Al momento sono in corso le indagini per risalire alla persona che ha nascosto le armi ed il resto del materiale sequestrato sotto la catasta di mobili.