4 dicembre 2016

Motomondiale – Il venerdì della MotoGP™ nel segno di Aleix

Il maggiore dei fratelli Espargarò ha condotto la sua Suzuki GSX-RR al top in entrambe le sessioni di libere odierne.

La prima giornata al Termas de Rio Hondo, teatro della terza prova del calendario 2015 in scena in questo weekend, ha visto primeggiare Aleix Espargarò (Suzuki Ecstar) nelle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio Red Bull de la Repùblica Argentina.

Ovviamente la gara restituirà un altro verdetto, ma quello conquistato oggi dal pilota di Granollers è un segnale importante, che fa morale all’interno del box e che lascia ben sperare tutti gli appassionati per lo spettacolo che vedremo in pista. Il cronometro ci ha detto infatti che qui, almeno sul giro secco, la GSX-RR c’è.

Ad onor di cronaca, dobbiamo anche considerare le non perfette condizioni della pista. Il Termas de Rio Hondo è un circuito sul quale non si gira nel corso della stagione e lo sporco (specie nella prima sessione) ha giocato il suo ruolo. Anche l’asfalto si è mostrato particolarmente abrasivo, andando a distruggere gli pneumatici dopo poche tornate.

Il primo degli inseguitori di questo venerdì argentino risponde al nome di Andrea Iannone (Ducati Team): il pilota di Vasto, quarto assoluto in Campionato, ha comunque accusato un ritardo di oltre mezzo secondo dal leader, incalzato a sua volta, a soli 25 millesimi, dal campione del mondo in carica Marc Marquez (Repsol Honda).

Il talento di Cervera, soltanto 10º nelle FP1 del mattino, nella seconda sessione si è rimesso in prima fila virtuale, cercando l’aggancio sin da queste prime battute, intenzionato a bissare anche qui in Argentina il successo di domenica scorsa ad Austin per recuperare la testa della classifica iridata.

Con l’assenza forzata di Dani Pedrosa, a far da scudiero al campione del mondo in carica è stato Cal Crutchlow (CWM LCR Honda), ancora una volta il miglor pilota satellite del lotto e sempre più a suo agio con la RC213V. L’inglese quest’oggi si è concesso il lusso di lasciarsi alle spalle gli ufficiali Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo.

Il forlivese oggi ha dovuto lottare non poco con le non perfette condizioni della pista, concentrandosi nel trovare il giusto set-up per la sua GP15; il maiorchino invece, è stato la prima delle Yamaha in pista, dovendosi accontentare del settimo tempo della giornata  precedendo il connazionale e suo compagno di marca Pol Espargarò (Monster Yamaha Tech3), reduce dallo scontro di domenica scorsa con Scott Redding (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) che guardacaso lo tallona nella graduatoria della combinata.

In nona posizione, a 1”1 dal leader e a mezzo secondo dal suo compagno di squadra, Valentino Rossi (Movistar Yamaha) non ha iniziato benissimo il suo weekend argentino su quello che, almeno sulla carta, è uno dei circuiti più favorevoli alle caratteristiche della sua M1. Il nove-volte iridato precede il colombiano Yonny Hernandez (Pramac Racing), che qui vuole ottenere un buon risultato davanti ai suoi tifosi.

Fuori dalla Top Ten, l’altra GSX-RR di Maverick Vinales (Suzuki Ecstar), che continua con il suo apprendistato della classe regina con Bradley Smith e Danilo Petrucci a braccarlo da molto vicino. In chiave ‘Open’, le Honda di Nicky Hayden (Aspar MotoGP Team) e Karel Abraham (AB Motoracing) precedono le loro dirette rivali.

La classe regina tornerà in pista domani alle 09:55 locali (le 14:55 italiane) per la terza sessione di Prove Libere; quindi le FP4 di rifinitura che faranno da preludio ai due turni da 15 minuti delle Q1 e delle Q2 (le 14:10 in Argentina, le 19:10 in Italia) che decideranno la griglia di partenza del Gran Premio Red Bull de la Repùblica Argentina 2015.

Fonte: MotoGP.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.