4 dicembre 2016

XIII Municipio – Secondo appuntamento di Retake con la scuola Clementina Perone

Anche questa volta, come lo scorso sabato in via Soriso, l’Associazione Retake Roma Aurelio-Boccea, le famiglie, la Direzione e gli insegnanti della scuola affiancati dalle istituzioni hanno dato vita a una bellissima iniziativa di decoro urbano e cittadinanza attiva.

Le famiglie hanno portato da casa scope, palette, pennelli, raschietti, buste dell’immondizia e tutto l’occorrente per un pomeriggio di condivisione e partecipazione civile, all’insegna del decoro urbano e del recupero del bene comune. I veri protagonisti dell’iniziativa anche stavolta i bambini che hanno partecipato attivamente all’iniziativa. La ricompensa per tutti una festa-merenda nel cortile della scuola.

Ripulire le strade intorno alla scuola (Via Cardinale Oreglia, Via Paracciani, Via Cardinale Caprara e il retro della scuola che dà su Piazza Giureconsulti ), con il coinvolgimento dell’AMA. Pulire il cortile interno della scuola e renderlo più accogliente, sensibilizzare genitori, bambini , insegnanti e personale scolastico, negozianti limitrofi e cittadinanza. E, sulla scia di questo evento, crearne altri all’interno della scuola, in orario scolastico, con il coinvolgimento di insegnanti e bambini e la partecipazione auspicabile di associazioni di Street Art che possano colorare i muri della scuola o coinvolgere tutti in attività artistiche e di riqualificazione della scuola. Questi gli obiettivi del progetto.

Gli eventi di retake sono occasione per valorizzare l’importanza di due articoli della nostra Costituzione, gli articoli 117 e 118: condividere con l’Amministrazione la responsabilità della cura degli spazi comuni e la loro rigenerazione a fine di migliorarne la fruizione collettiva. Le persone sono portatrici di capacità, non solo di bisogni, e tali capacità possono essere messe a disposizione della comunità per contribuire a dare soluzioni insieme alle amministrazioni pubbliche, ai problemi di interesse collettivo. I cittadini dunque sono in grado di attivarsi autonomamente nell’interesse generale con le istituzioni pronte a sostenerne gli sforzi, conferma appunto che i cittadini hanno delle capacità che possono essere utilizzate per risolvere non solo i propri problemi individuali, ma anche quelli che riguardano la collettività. Una certezza che può cambiare il loro modo di stare, come cittadini, in questa società.

La vera essenza della sussidiarietà non sta tanto nel fungere da principio regolatore dei confini fra una sfera pubblica ed una privata, considerate come due cose aliene l’una dall’altra, quanto nell’essere una piattaforma costituzionale su cui costruire “un nuovo modello di società” che vede protagonisti i cittadini attivi, cioè cittadini autonomi, solidali e responsabili, alleati dell’amministrazione nel prendersi cura dei beni comuni.

Stiamo lavorando nel nostro municipio per rendere concreta quest’idea di “sussidiarietà responsabile” con effetti sicuramente incisivi dal punto di vista della realizzazione di una maggior democrazia sostanziale, del miglioramento della convivenza civile e delle condizioni materiali di vita.”

Lo dichiarano in una nota Valentino Mancinelli Presidente del Municipio XIII Roma Aurelio ed Eleonora De Venuti Assessore alle Politiche Educative, Scolastiche e della Cultura.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.