3 dicembre 2016

Ktm Adventure 1050: giramondo in salsa austriaca

La gamma Adventure della Ktm si amplia con il modello da 1050 cc., per la gioia di chi ha voglia di girare in lungo e largo il mondo ad un costo accessibile. I freddi numeri dicono che il motore eroga 95 cavalli a 6.200 giri , con 107 Nm di coppia a 5.750 giri.

La 1050 Adventure si allinea, così, alla normativa europea di omologazione per le moto depotenziabili a 35 kW, potendo essere guidata anche dai neopatentati.

L’elettronica è in gran parte quella della 1190, con il ride by wire, tre Riding Mode, il traction control e Abs disinseribile. Il telaio è un traliccio in tubi d’acciaio mentre le sospensioni sono griffate WP (la forcella da 43 mm non è regolabile come, invece, il mono). I cerchi in lega sono all’anteriore da 19 pollici, al posteriore da 17 pollici; gli pneumatici misurano 110/80 davanti e 150/70 indietro. I freni sono del santuario San Brembo, con pompa freno assiale.

Il serbatoio è da 23 litri e l’impostazione in sella è in stile naked; una volta stretto il largo manubrio, si ha la sensazione di gestire le varie manovre con estrema facilità. Il cupolino è regolabile in altezza e il peso in ordine di marcia è poco più di duecento chili. In movimento si apprezza la snellezza dell’insieme e l’altezza della sella non è dedicata ai soli Watussi.

Il motore sa essere dolce e aggressivo al tempo stesso; tutto dipende dalla volontà di chi gestisce il polso destro. L’erogazione esemplare aiuta anche quando si viaggia con un rapporto alto. In città si ha la sensazione di viaggiare su una poltrona maneggevole; il comfort è assoluto. Agilità che traspare anche quando si forza il ritmo sulle strade tutte curve; ad essa si affianca una solidità dell’avantreno molto rassicurante. In questi frangenti emerge il suo animo sportivo, perchè una volta prese le misure, è un piacere pennellare le curve.

Ha una maneggevolezza disarmante, perché chiude con rapidità le curve, anche i tornanti più stretti; si è sempre padroni della situazione. Sui tratti autostradali la 1050 di Mattinghofen è intuitiva e efficace; le lunghe distanze non spaventano, anzi sono un invito ad andare oltre. La 1050 esegue esattamente la volontà di chi la guida e alla fine si rivela una compagna su due ruote da utilizzare tutti i giorni, dai trasferimenti cittadini a quelli che hanno come meta finale l’orizzonte della propria fantasia.

Certo la Adventure 1050 è tra le più costose della categoria, ma il prezzo è giustificato dalla componentistica di livello superiore rispetto alla concorrenza.

Ringraziamo la concessionaria ufficiale Ktm di Napoli, la Twins S.r.l., che ci ha messo a disposizione una moto sorprendente non solo per le belle linee originali.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.