9 dicembre 2016

MotoGP Austin: la pagella del Dicos

MARC MARQUEZ 10-: Ogni volta che poggia le ruote negli States, si trasforma in Captain America e diventa invincibile. Da lui si attendeva un segnale dopo la gara d’esordio stagionale (quando non sale sul podio per i soliti noti sono drammi…sempre per gli stessi noti altri quando fanno peggio sono rose e fiori….) e Marc lo ha dato forte e chiaro. Il più forte è ancora lui. Il meno al voto pieno nasce per quanto detto sull’eventuale sostituzione di Dani Pedrosa con Casey Stoner. Dire che è venuto a sapere della cosa da un meccanico è un tentativo mal riuscito di nascondere altro. Allergia ai canguri mannari? Fenomenale!

DESMODOVI 9,5: Ad Austin tutti hanno potuto constatare, ancora una volta, che come collaudatore è “cosa buona e giusta”. L’ITALIANO guida con testa e coraggio al tempo stesso e si arrende solo al marziano della Honda. Valentino tenta di rovinargli la festa ma a festeggiare, tra i due, alla fine non è lui (chi ha parlato di problemi d’usura di gomme, perché fa finta di non aver guardato gli pneumatici di tutti?). Per il titolo occorre fare i conto anche col Dovi. Non sorride a comando ma regala tanti sorrisi agli ITALIANI che dei piloti amano il cuore e il polso. Grazie!

VALENTINO ROSSI 8,5: Al leader in classifica non riesce il rimontone miracoloso (per i soliti noti non è colpa sua ma della Bridgestone…quando vince è lui a fare la differenza, viceversa c’è sempre una causa esterna…..). Marquez non è mai stato nel mirino e finisce per essere il bersaglio colpito dal cecchino rosso. L’ultimo gradino del podio è un passo importante nella costruzione della scalata al decimo titolo. Bravo!

JORGE LORENZO 8: Si dice che tre indizi fanno una prova; all’appello manca ancora un indizio, poi…….Da ricordare è solo il bel sorpasso ai danni di Iannone. Caro Jorge, detto tra noi, ti è convenuto rimanere alla Yamaha? Smarrito!

ANDREA IANNONE 7,5: Gareggia con la solita enfasi e fino a poche tornate dall’arrivo è in lotta per il podio. Negli ultimi passaggi, però, inizia a calare nel ritmo e subisce il recupero di Lorenzo. Andrea ha le qualità per fare meglio e sono convinto che quanto prima ci regalerà tante gioie. Forza!

HONDA: Missile nelle mani di Marquez, allergica, però, ai canguri…..

DUCATI: In un momento storico dove in Italia a funzionare c’è davvero poco, la Desmosedici funziona. Forza ragazzi, siete l’orgoglio italico!

YAMAHA: Un pizzico in affanno….

SUZUKI: Dopo la seconda prova sono distanti meno di venti secondi dall’ala dorata. Inizio promettente!

APRILIA: Da italiano dispiace vederla nelle retrovie. Ho la sensazione che a Noale non interessi molto questa stagione della MotoGp. Spero di sbagliarmi….

TELECRONACA: Non soddisfa, a mio avviso, le curiosità tecniche ed è impostata per narrare le gesta del solo Rossi. Dal tono, poi, traspare la sensazione che le ottime prove della Ducati e del Dovi infastidiscano. Sanchini, per esprimere un semplice concetto sulla gara, non riesce ad andare oltre il tirar in ballo la Madonna…. Sky, da sempre, cerca di contraddistinguersi per la qualità dei servizi. Sinceramente non vedo molta qualità quando la versione tifo è sempre in modalità on e non si riesce ad andare oltre il linguaggio da osteria. Bocciata!

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.