3 dicembre 2016

A Pozzuoli c’’ è “pesce sui banchi”

Si terrà a Pozzuoli un’iniziativa di Ue.Coop nell’ambito del progetto “Pesce sui Banchi” nell’ambito del programma triennale per la pesca e l’acquacoltura (2013-2015) finanziato dal Ministero delle Politiche agricole e Forestali. Obiettivo è l’aggiornamento e riqualificazione della figura professionale dell’imprenditore ittico.

L’azione formativa di Pozzuoli si terrà sabato 11 aprile dalle ore 9,30 nell’Auditorium del Centro San Marco della Caritas Diocesana in via Sacchini 33, nei pressi del Tempio di Serapide. L’incontro è organizzato in collaborazione con il Consorzio Gestione Pescato Campano che ha sede a Pozzuoli.

Interverranno Stefano Gianmaria, consulente Ue.Coop su “forma giuridica dell’impresa ittica e contrattualistica di riferimento”, Massimo Malamisura, responsabile Divisione CreditAgri Campania su “Accesso al credito” e Fulvio Giugliano, presidente del Consorzio pescato Campano che interverrà su “Assicurazione della produzione” e “Adempimenti per il rilascio di licenze e autorizzazioni”.

All’iniziativa sono invitati tutti soggetti interessati al settore, singole imprese, le cooperative della pesca e dell’acquacoltura che intendono riqualificare la propria attività e potenziare il proprio peso sul mercato.

L’Associazione Nazionale per le Imprese Cooperative denominata “Unione Europea delle Cooperative””, in breve “Ue.Coop”, garantisce la rappresentanza, l’assistenza, la tutela e la revisione del movimento cooperativo ed esercita sugli enti ad essa aderenti la vigilanza ed ogni altra funzione stabilita dalle leggi vigenti. Ue.Coop è stata riconosciuta quale associazione nazionale di promozione, assistenza e tutela del movimento cooperativo con decreto del Ministro dello sviluppo economico del 24 aprile 2013 (d.Lsg. 220/2002).

Il Consorzio Gestione Pescato Campano – Co.Ge.Pe.Ca., noto anche Consorzio Pescato Campano ha sede a Pozzuoli ed è stato fondato nel luglio 2013. Caratteristica principale è aver riunito in un unico sodalizio tre diversi tipi di pesca: circuizione, strascico e piccola pesca. Tra gli obiettivi: valorizzazione della qualità del pescato; marchio di riconoscibilità; promozione attività di pescaturismo e di ittiturismo; corsi di formazione, studi e ricerche; organizzazione deiservizi a terra per gli aderenti; tutelare le aree di pesca; finanziamenti del Piano di Gestione 2013 e dal Fondo Europeo per la Pesca; dialogo con le istituzioni; fornire servizi legali e fiscali; creare spazi per la vendita diretta dei prodotti; sviluppare una rete commerciale con le industrie alimentari; tutela dei lavoratori del comparto pesca; tutela del consumatore; rispetto delle leggi e dell’ambiente; valorizzazione delle tradizioni delle comunità del mare. Possono aderire al Co.Ge.Pe.Ca. tutti coloro i quali esercitano la pesca costiera locale, la pesca costiera ravvicinata, la pesca artigianale e la pesca mediterranea o d’altura. Dopo un anno di attività aderiscono al Consorzio le importanti marinerie flegree, vesuviane e delle isole del Golfo di Napoli. Nel 2014 il Co.Ge.Pe.Ca. è stato tra i soggetti che hanno rappresentato la Campania e il sud Italia al Seafood Expo Global di Bruxelles. Negli ultimi mesi sono stati instaurati rapporti commerciali con partner nazionali e internazionali del settore pesca e della filiera gastronomica.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.