3 dicembre 2016

Lavoro ridotto a merce. Vergogna europea a Modena

“Niente Inail! Niente Inps! Niente Malattia! Niente infortuni! Da 14 mensilità più tfr si passa a 11, e per giunta con la “max flessibilità”. Così, con la semplice violenza di un volantino appeso al muro  vengono “offerti” lavoratori interinali con “contratto rumeno”.

Succede a Modena, ma probabilmente anche altrove, perché non esiste limite al peggio, se il lavoro è merce e non dignità e diritti.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.