Pasqua: Coldiretti, in 300mila scelgono l’agriturismo

Sono circa trecentomila gli italiani in agriturismo nel giorno di Pasqua scelto in misura crescente perché offre l’opportunità di conciliare la buona tavola con la possibilità di stare all’aria aperta avvalendosi anche delle comodità e dei servizi offerti.  E’ quanto stima la Coldiretti, sulla base delle previsioni dell’associazione agrituristica Terranostra, nel sottolineare che la scelta di vacanze brevi o di semplici gite fuori porta favorisce la campagna, per mangiare, per fare un scampagnata o per fermarsi piu’ giorni all’insegna del relax. Con la crisi – sottolinea la Coldiretti – torna per la maggioranza degli italiani il viaggio a breve raggio anche da realizzare in giornata mentre scendono le presenze degli italiani in Hotel e Pensioni secondo Federalberghi ed i ristoranti fanno segnare un calo dell’11 per cento rispetto allo scorso anno secondo la Fipe. La capacita di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è – continua Coldiretti – la qualità piu’ apprezzata dagli ospiti specialmente nel periodi delle feste ma sta crescendo la domanda di servizi aggiuntivi. Nelle aziende agricole sono sempre più spesso offerti programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking ma non mancano – continua la Coldiretti – attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici ma anche corsi di cucina o di orticoltura. La tendenza è verso la prenotazione last minute, ma per scegliere l’agriturismo giusto il consiglio –  continua la Coldiretti – è quello di preferire aziende accreditate da associazioni e di rivolgersi su internet a siti come www.terranostra.it o www.campagnamica.it. E’ disponibile anche la nuova App di Terranostra, scaricabile gratuitamente, che fornisce tutte le informazioni sull’agriturismo prescelto. Senza dimenticare – conclude la Coldiretti – il passaparola tra parenti e amici che, per le vacanze in campagna, è sempre molto affidabile.




Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8624 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.