6 dicembre 2016

A Fiumicino numeri record nel 2015, e presto arriveranno le statue romane al suo interno

Statue romane e capitelli nelle grandi sale dell’aeroporto di Fiumicino. La proposta è arrivata questa mattina da parte dell’assessore alla Cultura e al Turismo di Roma Capitale, Giovanna Marinelli, nel corso di una conferenza stampa ‘Roma città ambita’ organizzata da Adr all’Ara Pacis. “Voglio fare una proposta ad Aeroporti di Roma- ha detto- il Comune è interessato a mettere segni del nostro grande patrimonio archeologico all’interno degli aeroporti della Capitale”.

Secondo Marinelli quello di sistemare parte del patrimonio archeologico a Fiumicino e Ciampino “è un modo per mostrare beni che purtroppo non possiamo far vedere per mancanza di spazio, anche se sono cose meravigliose, e poi- ha concluso- credo che sia un modo per accogliere il turista estremamente significativo”.

Intanto i numeri per il Leonardo Da Vinci sono ottimi. Anche nel 2014 Roma-Fiumicino continua a guidare la classifica degli aeroporti più frequentati d’Italia. L’anno scorso nell’hub romano sono transitati 38.291.989 passeggeri contro i 18.669.740 milioni del secondo scalo nazionale, Milano Malpensa, che è stato quindi ‘doppiato’. Il secondo scalo romano, il Pastine di Ciampino, è nono in classifica con poco più di 5 milioni di passeggeri.

A rendere noti i dati, questa mattina, è stata l’Enac con un comunicato stampa che ha fatto il punto della situazione sull’intero sistema aeroportuale italiano, che nel 2014 ha sfondato il numero dei 150 milioni di passeggeri.

Leggendo il dossier si scopre che Fiumicino è stato anche il secondo scalo italiano per traffico cargo, dietro a Malpensa. E sempre da Roma, poi, sono partiti i collegamenti più frequentati in Italia, sia con destinazioni nazionali che internazionali e intercontinentali. Per quelli interni la tratta più frequentata è quella tra Catania e Roma (944.361) e viceversa (917.228), seguita da quelle tra Palermo e Roma (740.857) e viceversa (740.612) e da Roma e Milano Linate (736.008). Per i voli internazionali ecco il Roma-Parigi Charles De Gaulle (circa 1,1 milioni di passeggeri), il Roma-Amsterdam Schiphol (1 milione circa), il Roma-Barcellona (988.508), il Roma-Madrid Barajas (974.320) e il Roma-Londra Heathrow (958.525). Infine i tre voli intercontinentali più frequentati in Italia sono il Roma-New York Jfk (618.941 passeggeri), il Roma-Tel Aviv (574.131) e il Roma-Dubai (561.170).

“Il 2014- ha commentato il dg dell’Enac, Alessio Quaranta, ha portato con sé una evidente ripresa del settore che ci auguriamo si consolidi nell’anno in corso e diventi un riflesso della rinascita dell’economia nazionale”.

E il 2015 potrebbe essere un nuovo anno record per Fiumicino, che potrebbe sfondar eil muro dei 40 milioni di passeggeri. Il Leonardo da Vinci nel primo trimestre 2015 ha segnato un +8,4% di traffico rispetto allo stesso periodo del 2014. Entrambe le componenti di traffico, sia domestico (+9,9%) che internazionale (+7,6%), “continuano a guidare lo sviluppo, confermando il trend registrato nei mesi precedenti. In particolare, si evidenziano gli ottimi risultati della componente Ue che cresce dell’11,7%” ha detto Lorenzo Lo Presti, amministratore delegato di Aeroporti di Roma. E non è tutto: Nella settimana di Pasqua, dal primo al 7 aprile, negli aeroporti romani di Ciampino e Fiumicino transiteranno oltre 900.000 passeggeri, con un incremento complessivo di circa il 6% rispetto alla Pasqua 2014 (16-22 aprile).

“Stiamo lavorando anche per prepararci al Giubileo, che partirà l’8 dicembre, in raccordo con le organizzazioni del Vaticano, in primis l’Opera romana pellegrinaggi, con cui ci stiamo scambiando una serie di informazioni- ha aggiunto Lo Presti- Dai dati che abbiamo oggi possiamo pensare che in aereo arriverà 1 milione di passeggeri in più oltre a quelli previsti nel trend dell’anno”.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5970 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.