9 dicembre 2016

Il 50 % dell’energia elettrica utilizzata nelle sedi BMW proviene da fonti rinnovabili

Il BMW Group ha annunciato che, per la prima volta nella storia dell’azienda, il 51 percento dell’energia elettrica utilizzata nelle sue sedi di tutto il mondo proviene da fonti rinnovabili. Ciò rappresenta una significativa pietra miliare per l’azienda; l’obiettivo è di aumentare gradualmente nei prossimi anni la quota di energia rinnovabile fino ad arrivare al 100 percento.

Il BMW Group ha un piano che prevede una transizione graduale per portare l’azienda ad una fornitura di energia elettrica che deriva al 100 percento da fonti rinnovabili. Il primo passo consiste nel migliorare sempre di più l’efficienza dei consumi energetici nei suoi impianti di tutto il mondo. Il secondo passo prevede l’installazione di sistemi per generare energia elettrica da fonti rinnovabili presso i singoli siti. Il terzo passo vedrà il BMW Group acquistare la corrente elettrica generata da fonti rinnovabili da società fornitrici di energia in tutto il mondo.

Ursula Mathar, Responsabile della sostenibilità e della protezione ambientale del BMW Group, ha così commentato: “Abbiamo un chiaro obiettivo ed un piano concreto per il passaggio all’energia rinnovabile. Tuttavia, la fattibilità economica è essenziale per l’attuazione del piano. Sarà soltanto nelle giuste condizioni di base che potremo mettere in atto i nostri piani, passo dopo passo, nei singoli mercati di tutto il mondo”.

Circa il 51 percento dell’energia elettrica fornita al BMW Group proviene già da fonti rinnovabili. A Lipsia (Germania), il BMW Group utilizza l’energia eolica. A metà 2013, quattro turbine eoliche sono diventate operative nei pressi dello stabilimento, con il 100 percento dell’energia prodotta destinata alla produzione di BMW i3 e di BMW i8. Nello stabilimento di Spartanburg in Sud Carolina (USA), un sistema a gas metano fornisce circa il 50 percento dell’energia richiesta per la produzione. Nello stabilimento di Rosslyn (Sud Africa), il primo mattone di un impianto combinato di riscaldamento e di energia alimentato con biogas è stato posato alla fine del 2014. Il gas utilizzato deriva da prodotti di scarto creati negli allevamenti di bovini e di pollame. L’entrata in funzione di questo sistema permetterà già quest’anno all’azienda di coprire oltre il 25 percento dell’energia richiesta dallo stabilimento.

Il BMW Group segue un approccio integrato alla sostenibilità lungo l’intera filiera produttiva. Oltre a ridurre le emissioni di CO2, la protezione ambientale a livello di Gruppo, la sostenibilità nella catena dei fornitori, l’attenzione ai dipendenti e la responsabilità sociale dell’azienda rappresentano parti integranti della strategia.

L’azienda pubblica indicatori di prestazioni e obiettivi chiave nel suo annuale Sustainable Value Report. L’attuale Sustainable Value Report 2014 sarà pubblicato, per la prima volta, nella stessa data del Rapporto Annuale – il 18 marzo 2015. Potete trovare informazioni più dettagliate sulla Strategia di sostenibilità del BMW Group oltre agli indicatori di prestazioni ed obiettivi chiave all’indirizzo: http://www.bmwgroup.com/svr.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.