Alitalia, nessuna soluzione per gli ex lavoratori AMS. Sindacati: “Ex dipendenti senza futuro occupazionale”



“In merito alle dichiarazioni rilasciate in queste ultime ore dalla Regione Lazio, che esprime forte preoccupazione per l’ipotesi di numerosi esuberi in Alitalia, i sindacati tornano a puntare l’attenzione sulla annosa questione della ex Alitalia Maintenance Systems”.

Così in una nota di Fit-Cisl Uiltrasporti e Ugl trasporto aereo della ex Alitalia Maintenance Systems.

“Rimaniamo sorpresi e perplessi” – scrivono i sindacati

“Rimaniamo sorpresi e perplessi – scrivono i sindacati – dalle dichiarazioni rilasciate dalla Regione Lazio in merito alla questione Alitalia su possibili esuberi di personale. Condividendo la preoccupazione per il futuro dei dipendenti di Alitalia, ci chiediamo perché la Regione Lazio ed il Comune di Fiumicino non spendano energie per trovare congiuntamente alle organizzazioni sindacali, una soluzione per gli ex lavoratori di Ams che si trovano ancora senza futuro occupazionale e prossimi alla scadenza di ogni forma di sostegno economico.

Vogliamo anche ricordare l’impegno da campagna elettorale del sindaco

Vogliamo anche ricordare – proseguono i sindacati – l’impegno da campagna elettorale precedentemente assunto dal sindaco di Fiumicino su Ams, la tenacia iniziale con la quale voleva trovare soluzioni industriali adeguate ma, tutto poi miseramente naufragato insieme alle promesse del precedente governo. Nonostante il nostro impegno a collaborare a tutto tondo con le istituzioni – aggiungono – finalizzato alla ricerca di soggetti industrialmente forti ed interessati che avrebbero potuto salvaguardare l’occupazione e tutte le professionalità della ex Alitalia Maintenance, e nonostante qualcuno di questi si fosse anche palesato, abbiamo avuto la netta sensazione della poca determinazione di tutte le istituzioni a partire da chi aveva la regia della vertenza al Mise.

A testimoniare ciò, sono oggi le centinaia di ex lavoratori che ancora non hanno trovato un’occupazione. Vi è ancora un tavolo di confronto aperto su questa vicenda presso il Mise, dove anche la Regione Lazio è presente. Pertanto – concludono le sigle – chiediamo a tutti i soggetti istituzionali coinvolti, di riaccendere l’interesse sulla ex Ams andando celermente alla ricerca, anche attraverso la trattativa Alitalia nell’ambito delle manutenzioni, di soluzioni lavorative definitive e dignitose per tutti coloro che sono rimasti fuori dal ciclo produttivo, per non disperderne definitivamente le competenze acquisite negli anni, in un ambito specificatamente professionale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.