Quanto costa un trasloco? Ecco cosa c’è da sapere

quanto costa un trasloco



Come organizzare un trasloco: costi e fattori che lo influenzano

Quali sono i fattori che influiscono sui costi del trasloco? State per traslocare in Italia o all’estero? Avete bisogno di qualche informazione utile a riguardo? C’è da ammettere che un trasloco può trasmettere ansia e una sensazione di panico, almeno all’inizio.

Le persone tendono a girare per le stanze della casa, a guardare i propri oggetti, soprammobili, elettrodomestici: quanto peseranno? Quanto costerà trasportarli? Ci sono un sacco di fattori da tenere in conto e che influenzano il costo totale di un trasloco.

Per calcolare i costi dei traslochi, dobbiamo tenere conto dei seguenti punti:

  1. Dove ti trasferirai: c’è chi cambia città, chi regione, chi paese… o semplicemente chi decide di trasferirsi nello stesso quartiere, ma in una casa più comoda. Be’, in ogni caso, è sicuramente un punto che accresce o diminuisce il costo del totale;
  2. Il peso dei mobili: questo punto è estremamente importante. Perché dovete calcolare quanti mobili avete, il peso dei soprammobili e degli oggetti, gli elettrodomestici, i cosiddetti oggetti “fragili”. Dunque, anche in questo senso il costo potrebbe essere più o meno elevato;
  3. In quanto tempo dovete effettuare il trasloco: potete programmarlo per un mese, due mesi, sei mesi o un anno. Certo, se avete bisogno di traslocare in fretta, il costo potrebbe salire sensibilmente.

Il trasloco perfetto: ci vuole molta pazienza…

Dopo avere parlato dei fattori che influenzano il trasloco, c’è da programmarlo. Di solito, a questo punto, ci sono due scelte: farlo da soli o chiamare una ditta. Non è sempre possibile fare il trasloco da soli, a meno che non si viva in una casa in affitto con i mobili del proprietario.

In altri casi, affidarsi a una ditta responsabile e competitiva è la soluzione migliore. Ogni ditta si occupa di traslochi specifici: c’è chi vi garantisce il trasloco in brevissimo tempo, o chi vi dà una mano a trasferirvi anche all’estero. Se è quest’ultimo che vi interessa, allora vi servirà sapere qualche informazione in più.

Prendiamo, ad esempio, un eventuale trasloco in Spagna: quanto potrebbe venirci a costare in media? Dobbiamo considerare un sovrapprezzo in questo caso, perché i nostri mobili dovranno attraversare i vari paesi europei per arrivare a destinazione.

Con un po’ di calma e di pazienza, si può calcolare il totale del trasloco e organizzare il tutto in modo tale da affrontarlo con serenità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.