Stranieri e reddito di cittadinanza: la solita stampa che racconta mezze verità…



Certa stampa, la solita, quella che senza i sussidi statali non sarebbe letta neanche dai suoi redattori, non ha perso il vizio di screditare l’attuale compagina governativa ed omettere, al tempo stesso, di raccontare tutta la verità.

Si dice una mezza verità, ma si nasconde la sostanza che, qualora fosse descritta, non sortirebbe l’effetto di gettare ombre sul governo capitanato da Conte.

Ultimo esempio riguarda il come è stata riportata la notizia sulla platea dei possibili fruitori del reddito di cittadinanza.

Reddito minimo esteso agli stranieri”…Tale titolo dovrebbe far leva su una presunta idiosincrasia degli italiani a ciò che è straniero. I giornali che gridano allo scandalo e si indignano quando i porti vengono chiusi, utilizzano, senza pudore, lo stesso linguaggio di chi li scandalizza e indigna…Lo scandalo non è nel fatto che il reddito di cittadinanza (giustamente a parer mio) sarà esteso anche agli stranieri residenti in Italia da almeno 5 anni (cos’è non sono più “uomini”?) ma è nell’omissione volontaria ed in cattiva fede di evidenziare che a beneficiarne saranno anche milioni di italiani!

Tra l’altro questi “giornaloni” ogni giorno non perdono occasione per condannare la misura del reddito di cittadinanza, ma nulla dicono su come intendono combattere le piaghe della disoccupazione e della povertà…Giornaloni che dapprima dicono “Siamo tutti Koulibaly” ma nei fatti si comportano come i fessi che ululano allo stadio.

Certa stampa che invece di essere il cane da guardia della democrazia, è sempre più un pulcioso cane da riporto di poteri che di forte hanno solo l’arroganza ed il denaro.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 12483 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.