Ostia Ponente, cassonetti dati alle fiamme, Rapisarda-Barletta: “Ancora problemi legati alla raccolta rifiuti”

Ostia Ponente, cassonetti dati alle fiamme, Rapisarda-Barletta: "Ancora problemi legati alla raccolta rifiuti"



“Non si placano i problemi con la raccolta rifiuti a Ostia Ponente, dove all’aumentare dell’immondizia depositata per le strade del quartiere si va ad aggiungere nuovamente il problema dei cassonetti bruciati. Questa volta è toccato al bidone dell’indifferenziata adiacente al supermercato Panorama di via delle Azzorre, che durante la notte di Capodanno è stato dato alle fiamme probabilmente con l’utilizzo di un fuoco d’artificio. Un problema che aggrava ulteriormente le condizioni della raccolta rifiuti in questo quadrante di Ostia Ponente, che già da molto tempo vede davanti diverse palazzine della zona le carcasse bruciate di raccoglitori AMA.

Alla crescente manifestazione di questi atti vandalici messi in piedi da piromani, ci preoccupano soprattutto i tempi di sostituzione per i singoli cassonetti dati alle fiamme: via Tancredi Chiaraluce e via dell’Appagliatore aspettano da oltre 10 mesi i contenitori dei rifiuti vandalizzati con il fuoco, in un territorio dove per questo problema i bidoni dell’indifferenziata tendono a scarseggiare se rapportati al numero di residenti locali e condomini presenti in questo quadrante di Ostia.

Ci auguriamo che il 2019 porti una maggiore attenzione di AMA a queste situazioni, garantendo – nonostante i gravissimi atti vandalici – l’erogazione del servizio alle palazzine che vedono i propri cassonetti inutilizzabili”. Così dichiara Andrea Rapisarda (dirigente dell’Associazione Ostia Protagonista) e Stefano Barletta (Segretario dell’Associazione Ostia Protagonista).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.