Sequestrate reti e barca a Fiumara Grande per pesca di frodo

Sequestrate reti e barca a Fiumara Grande per pesca di frodo



Al termine di una operazione congiunta tra Capitaneria di Porto e Polizia di Stato squadra nautica di Fiumicino, sono state sorprese e fermate la scorsa notte due persone su di un natante intente a calare illegalmente oltre 100 m di rete da pesca lungo il fiume Tevere nel tratto di Fiumara grande.

Sequestrate sia l’imbarcazione che le reti calate in acqua

L’operazione, scattata sia da terra che lungo il fiume per evitare che pescatori di frodo potessero sottrarsi ai controlli, ha portato al sequestro dell’imbarcazione, delle reti da pesca, del pescato e all’elevazione di sanzioni amministrative per diverse migliaia di euro.

Rimane alta l’attenzione della Capitaneria di Porto di Roma sul contrasto alla pesca di frodo senza tolleranza per i trasgressori e con l’obiettivo di garantire attraverso una costante mirata presenza legalità e tutela dell’ambiente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.