Ondate di calore, Regione Lazio, in campo 5mila medici di famiglia e un’ app

ondate di calore



Per contrastare il grande caldo che sta interessando l’intero territorio regionale nelle ultime ore, è stato attivato il Piano della Regione Lazio per le Ondate di Calore. 

Il Piano è rivolto in particolare agli anziani dai 65 anni con l’obiettivo di garantire l’assistenza nelle giornate con le temperature più alte.

Ondate di calore, 5000 i medici in campo

La copertura assistenziale è assicurata da oltre 5.000 medici di medicina generale che
hanno aderito al piano di sorveglianza per affrontare l’emergenza caldo; ciascun paziente a
rischio è inserito nel programma attraverso una scheda personale. In sei città del Lazio
sono attivi specifici sistemi di allarme con l’obiettivo di modulare gli interventi. Si tratta di
Roma, Latina, Frosinone, Viterbo, Rieti e Civitavecchia.

E’ inoltre disponibile e scaricabile l’App “Caldo Salute” dove è possibile consultare i bollettini d’allarme emanati ogni giorno dal Ministero della Salute.

“Un Piano di prevenzione e assistenza – spiega l’Assessore alla Sanità e Integrazione
Socio-sanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato – che prevede una sorveglianza
attiva sulla popolazione target, sulla base dei quattro diversi livelli di rischio definiti dal
Dipartimento di Epidemiologia. Un ruolo molto importante è quello dei medici di medicina
Generale che desidero ringraziare, che possono includere i pazienti per tutto il periodo in
cui il programma è attivo, privilegiando i pazienti con punteggio più elevato (livello 3 e 4)”.

 

Informazioni su Emanuele Bompadre 11556 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.