Allarme Listeria: dagli alimenti più a rischio alle buone prassi igieniche

Allarme Listeria: dagli alimenti più a rischio alle buone prassi igieniche



Dopo il ritiro precauzionale di alcuni lotti di surgelati Findus e Lidl e di altre note marche
della grande distribuzione, continua ad allargarsi anche in Italia il rischio di nuove possibili
contaminazioni da Listeria monocytogenes, pericoloso batterio che prolifera negli alimenti
freschi e sopravvive anche su superfici a contatto con gli alimenti – coltelli, posate, taglieri,
cestino lava verdura – o nel frigorifero.

Allarme Listeria, parlano gli esperti della Bioleader

«In generale i cibi più a rischio sono quelli pronti al consumo come carne cruda o poco cotta, salumi, formaggi prodotti con latte non pastorizzato e prodotti di gastronomia, ma una corretta igiene domestica può aiutarci a prevenire questa infezione», dichiarano le dottoresse Franca Di Giovanni e Ombretta Pellerey del laboratorio di analisi specializzato in sicurezza alimentare Bioleader, che ha stilato un decalogo di buone prassi per evitare di contrarre la listeriosi, tossinfezione che sui soggetti più fragili (anziani, bambini, soggetti immunodepressi e feti) può avere conseguenze fatali.

Il decalogo delle “buone norme sa seguire”

  1. La Listeria monocytogenes muore con la cottura è quindi sufficiente cuocere il minestrone per  pochi minuti ad una temperatura superiore a 75°C per eliminare il microorganismo.
  2. Carne, salumi, formaggi, prodotti di gastronomia come insalata russa e insalate di riso, e più in generale tutti gli alimenti freschi, vanno conservati in frigorifero.
  3. Gli alimenti vanno mantenuti in frigorifero e nel congelatore in contenitori chiusi.
  4. È preferibile decongelare gli alimenti mettendoli in frigorifero, anche la sera precedente, oppure cuocendoli subito: è da evitare assolutamente lo scongelamento rapido sotto l’acqua calda.
  5. I prodotti freschi di gastronomia, così come formaggi, carne, salumi e verdure già lavate, non vanno consumati dopo la data di scadenza.
  6. Per far funzionare al meglio frigoriferi e congelatori, soprattutto in estate quando la temperatura è più alta, è buona abitudine sbrinarli regolarmente per evitare che si accumuli ghiaccio.
  7. Congelatore e frigorifero devono essere tenuti puliti e disinfettati di frequente.
  8. Nella stagione più calda è necessario lavare molto bene frutta e verdura prima di consumarla cruda.
  9. Prima del taglio di meloni e angurie, va tolta accuratamente tutta la terra, magari aiutandosi con una spazzola; vanno consumati in pochi giorni e conservati in frigorifero coperti o in contenitori chiusi ermeticamente.
  10. Bambini, donne in gravidanza e anziani dovrebbero evitare di mangiare carne cruda, prodotti  affumicati e formaggi prodotti con latte non pastorizzato.

Informazioni su Emanuele Bompadre 11487 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.