Roma, UEFA EURO 2020, avviati i primi incontri con Roma Capitale



Sono iniziati in questi mesi i primi incontri tra gli interlocutori interessati per l’organizzazione
della Gara inaugurale del Campionato Europeo UEFA EURO 2020 che avrà luogo a Roma nel
giugno 2020.

L’evento, di carattere internazionale, vuole rappresentare per la città un trampolino di lancio
non solo per la Roma più nota ma anche per le periferie.

Sono stati portati avanti tavoli di confronto con tutti i 15 Municipi romani, invitati la scorsa
settimana in Campidoglio alla presenza dell’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi
Eventi Cittadini di Roma Daniele Frongia e rappresentanti della FIGC e CONI.

L’intento è quello di creare, a fianco di un grande evento sportivo internazionale, un contesto
di promozione di tutta la realtà romana ed organizzare iniziative congiunte tra Municipi,
Federazioni e Associazioni sportive ed Amministrazione centrale.

Al vaglio iniziative mirate nei quartieri periferici che possano coinvolgere i cittadini e le realtà
locali e raccontare la storia dei territori da un punto di vista accattivante e orientato ad un
incentivo del turismo locale.

È forte interesse dell’attuale Amministrazione, come già manifestato in molte occasioni
passate, coinvolgere le zone più decentrate.

Sono stati portati avanti progetti di sport in periferia e di riqualificazione di spazi restituiti ai
cittadini come Playground polifunzionali per la pratica di attività sportive e di gioco.

Come iniziative temporanee, con l’allestimento di campi sportivi ad uso libero e gratuito per i
cittadini, sono già stati sperimentati con successo il “Tennis in città” in occasione degli
Internazionali di Tennis BNL o il Progetto che ha portato i tatami nelle piazze periferiche della
città in occasione del World Taekwondo Grand Prix Roma 2018.

Le dichiarazioni dell’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini di Roma Daniele Frongia

UEFA EURO 2020, il primo Campionato Europeo itinerante della storia che per celebrare i 60 anni
della competizione vedrà coinvolte 12 diverse città del continente, vuole rappresentare per Roma
un’importante occasione di valorizzazione con un’attenzione alle periferie. L’obiettivo è lasciare in
eredità opere concrete per il territorio, ma non infrastrutture impattanti, ed incentivare la
partecipazione a vari livelli di cittadini. L’intento, in relazione al coinvolgimento dei Municipi, è
quello di creare sinergia a livello locale tra diversi attori al fine di sviluppare nuovi percorsi ed
itinerari turistici e promozionali decentrati che possano arricchire le zone più periferiche.

Informazioni su Samantha Lombardi 5460 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.