Wikipedia chiude il portale italiano, ecco perché

Wikipedia chiude il portale italiano, ecco perché



Da ieri sera che Wikipedia Italia ha deciso di chiudere i battenti. Fino a questo momento Wikipedia chiude le ricerche, e a chi tenta di accedere comparirà una pagina in cui sono scritte le ragione di questa decisione. Una decisione che arriva dalla legge che il 5 luglio verrà discussa al parlamento europeo e che potrebbe veramente creare un passaggio epocale per tutta la comunicazione fatta sul web.

Wikipedia chiude a causa della nuova legge

Come sappiamo il prossimo 5 luglio il parlamento europeo sarà chiamato a quella che è una delle decisione più controverse e pericolose legate al mondo del web. Di facciata la legge dovrebbe tutelare il diritto d’autore ma solamente in superficie. La verità è che nel caso la legge venga approvata si arriverà alla chiusura definitiva di miliardi (e non esageriamo) di siti e di servizi che operano sul web a discapito dei grandi network. Per noi, personalmente, sembra più che una tutela, una forma di ennesima legge bavaglio contro chi non è uniformato ad un sistema.
Questa legge inoltre bloccherà la possibilità della condivisione e di una serie di attività
come ad esempio la satira, anche quella leggerissima che spesso gira sui social, perché non si potranno utilizzare le immagini che circolano in rete.

Da qui la decisione di Wikipedia, di bloccare il sito e di bloccare i suoi servizi, molto utili alla comunità per evitare di finire fuorilegge per aver semplicemente condiviso un link e come sappiamo Wikipedia ne è piena.

Un bavaglio nascoto dietro un diritto

Questa legge che potrà passare il prossimo 5 luglio porterà ad una confusione totale e ad
una “evirazione” di tanti servizi, attività e siti che mai si era vista sin dalla nascita di internet. Il
rovescio della medaglia è che la realtà vuole che se si paga il proprietario de link o della
foto si potrà continuare a pubblicare, ma chi avrà questa forza economica? A voi la risposta.
Nel frattempo la LinkTax, così verrà chiamata, provocherà una serie di problematiche legate
ai piccoli siti che non potranno far fronte a questo tipo di spese e saranno inesorabilmente
diretti verso la chiusura.

Avatar
Informazioni su Emanuele Bompadre 11825 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.