Velletri, Tutti giù in cantina 2018: centinaia di persone alla scoperta della cultura dei grandi vini



Successo pieno per “Tutti giù in cantina”, il Festival della Cultura del Vino che si è tenuto a
Velletri (Roma) dal 29 giugno all’1 luglio ha raccolto un’ottima partecipazione e soprattutto
grandi consensi, confermando una crescita notevole dell’evento.

La formula della degustazione abbinata, oltre che al cibo, alle arti e ai mestieri del mondo
del vino piace sempre di più, anche perché rende l’appuntamento piacevole per pubblici
diversi, dagli esperti di vino – che hanno trovato in degustazione grandissimi prodotti da
tutta Italia e dal Mondo – alle famiglie con bambini e cani al seguito, fino agli
appassionati di Storia o di Arte.

Confermati i numeri della passata edizione dell’evento organizzato da CREA Velletri e
Associazione “Idee in fermento”, così come la sede dell’istituto di ricerca di via Cantina
Sperimentale è stata percepita ancora una volta come uno dei luoghi più affascinanti della
città. Ad inaugurare questa quarta edizione, venerdì 29 giugno, è stata l’Ambasciatrice
della Repubblica Federale di Germania a Roma Susanne Marianne Wasum-Rainer,
insieme all’assessore regionale a Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato Gian
Paolo Manzella, al neo sindaco Orlando Pocci e al Direttore del CREA Viticoltura
Enologia Riccardo Velasco.

L’apertura dell’evento

Un momento magico quello dell’apertura, con una partecipazione attiva e coinvolgente
dell’Ambasciatrice Wasum-Rainer e dei responsabili de “La Casa di Goethe” a Roma,
unico museo tedesco fuori dalla Germania. Per tutti e tre i giorni l’intero parco e alcune
sale del CREA di Velletri si sono animate di centinaia di appassionati alle prese con i
banchi di assaggio con oltre 200 vini da tutto il mondo gestito egregiamente dai
sommelier Fisar, le degustazioni guidate, l’area food, l’installazione artistica “Vite a
Rendere” dell’associazione Manacubba, l’estemporanea di pittura dei “Vinarelli”, i
reading enoletterari e, non ultimo, il concorso “Dall’uva al vino” dedicato ai bambini
delle scuole primarie di Velletri.

Proprio i più piccoli, con i loro genitori, hanno arricchito la giornata di domenica, con
i disegni realizzati nelle settimane scorse esposti nel vigneto sperimentale del CREA e
poi la premiazione del vincitore, Federico Pelacci della scuola primaria Fontana della
Rosa classe 4 SEZ. A (Istituto comprensivo Velletri Nord), il cui “quadro” diventerà la
copertina dei ticket della prossima edizione.

Molte richieste per le degustazioni

Boom di richieste per le degustazioni guidate, a cominciare da quella di apertura
venerdì 29 organizzata grazie alla collaborazione della Verband Deutscher
Prädikatsweingüter (associazione dei migliori produttori tedeschi) guidata da
Nicoletta Dicova, seguita sabato 30 da quella incentrata su una grande realtà
vitivinicola veliterna “Ars Magna. I grandi cru di Omina Romana” e da quella
“Nobili si nasce! Grande verticale di Nobile di Montepulciano Riserva” con
l’azienda Carpineto nella serata di domenica 1 luglio.

Altri appuntamenti hanno approfondito il ruolo storico, fin dall’antichità, della
viticoltura nel Lazio (grazie a Henos Palmisano, Stefano Dell’Ungo, Maurizio
Taglioni e Simona Soprano), così come il laboratorio sensoriale sigari&vino di
Paolo Faticanti e club “Amici del Toscano” ha aperto ad un nuovo approccio al
fumo lento.

Partecipati anche i reading del professor Marco Nocca sul grand tour e
dell’attrice Lina Bernardi accompagnata al pianoforte da Daniele Baroni, così
come lo show-cooking dello chef Alessio Cianfanella de “L’arte di amare gli
antichi sapori” di Velletri in collaborazione con archfood e l’appuntamento
musicale “World Wine Blues” con Enrico Lopez e Marco Caracci. Conclusione,
come già lo scorso anno, con l’asta di beneficienza di alcune grandi bottiglie
in favore dell’Associazione Lollo10.

Soddisfazione degli organizzatori

Soddisfazione è stata espressa dagli organizzatori, che confermano per il 2019
il periodo di inizio estate (le prime edizioni si erano svolte a settembre) pur
pensando già ad alcuni correttivi. In questo senso hanno fatto piacere le parole
del sindaco Pocci che ha confermato come per le prossime edizioni il Comune
sosterrà ancora l’evento, considerandolo in qualche modo l’apertura dell’estate
veliterna.

Un riconoscimento importante per una manifestazione che quest’anno ha
ricevuto il Patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania
a Roma, della Regione Lazio e del Comune di Velletri; oltre al supporto di Fisar
Delegazione Roma e Castelli Romani, Assoenologi Lazio-Umbria, Associazione
Manacubba e “Casa di Goethe Museum”; main sponsor la Banca Popolare del
Lazio e Carrefour Gruppo Deserti. Informazioni e gallerie fotografiche
dell’evento saranno inserite nei prossimi giorni sul sito www.ideeinfermento.it,
sul canale Youtube omonimo e sulla pagina Facebook “Tutti giù in cantina”.

Informazioni su Samantha Lombardi 5525 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.