Campidoglio: manifesto #stopaborto in impianti non gestiti da Roma Capitale

manifesto stopaborto



Il manifesto #stopaborto della campagna CitizenGO Italia – “L’Aborto è la prima
causa di Femminicidio nel mondo” – è stato affisso in impianti che non sono nella
diretta gestione di Roma Capitale. A quanto si apprende dalle prime verifiche,
tuttora in corso da parte della Polizia Locale, alcune copie sono apposte su
impianti in concessione a privati, altre in spazi del circuito Spqr gestiti da privati
in affidamento. In entrambi i casi l’affissione non è soggetta ad un’autorizzazione
da parte del Comune.

È brutale accomunare il tema del femminicidio a quello dell’aborto che è regolato
per legge. Temi così delicati meritano una particolare attenzione e sensibilità e
non possono ridursi a slogan. Il rispetto delle donne consiste anche nell’evitare
strumentalizzazioni mediatiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*