Pasqua, 4 italiani su 10 in viaggio nel lungo week end



Quasi 4 italiani su 10 di italiani (36%) hanno scelto di mettersi in viaggio nel lungo weekend di Pasqua per raggiungere parenti e amici, andare in vacanza i o semplicemente fare una gita in giornata. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixe’ che evidenzia, dopo un lungo periodo di incertezza climatica, la voglia di evasione degli italiani con le previsioni di caldo e sole sia a Pasqua che a Pasquetta.

 

Sul totale degli italiani in movimento la maggioranza di 12 milioni ha deciso una trasferta per trascorrere le feste con parenti e amici mentre oltre 7 milioni hanno colto l’occasione per una vacanza. Le mete preferite – sottolinea la Coldiretti – restano quelle lungo la Penisola che consentono di ottimizzare il tempo limitato a disposizione con appena il 2% dei vacanzieri che varca le frontiere. Sul podio salgono a pari merito con il 28% la montagna, il mare e la campagna ed i parchi mentre piu’ ridotte sono le presenze nelle grandi città (16%) anche per le preoccupazioni determinate dal terrorismo. La paura – precisa la Coldiretti – ha condizionato infatti la scelta delle destinazioni delle festività di Pasqua di quasi un italiano su quattro (23%).

 

La metà ha scelto di alloggiare nelle case in affitto, di parenti o amici o di proprietà che in molti casi vengono riaperte in vista dell’estate, mentre circa ¼ l’albergo ma molto gettonati anche i rifugi alpini, i bed and breakfast e gli agriturismo. La ricerca della tranquillità favorisce la vacanza in campagna che – sottolinea la Coldiretti – è la vera star di questo weekend in un periodo cui si assiste nelle campagne al pieno risveglio della natura. Oltre trecentomila sono gli italiani a tavola in agriturismo nel giorno di Pasqua. I circa 23mila agriturismi presenti nella Penisola svolgono anche un’importante funzione di traino per le economie locali, come dimostrano le zone del terremoto dove nonostante le difficoltà si stima di aumento del 10% delle presenze secondo Coldiretti. La capacità di mantenere inalterate le tradizioni alimentari nel tempo con menù di Pasqua locali a base prodotti di stagione a chilometri zero e biologici è – spiega Coldiretti – la qualità più apprezzata dagli ospiti degli agriturismi dove è in continua crescita anche l’offerta di servizi aggiuntivi come passeggiate all’aria aperta a piedi e in bicicletta, trekking, lezioni di equitazione e tiro con l’arco, ma anche corsi in cucina o di orticoltura

 

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 11936 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.