Vermi servitori dello stato con al polso 25000 euro



Lo schifo che emerge grazie ai video realizzati dalla testata Fanpage, dimostra ancora una volta che in Italia, ed in particolare in Campania, l’abitudine dei politici di scaricare sulle spalle dei cittadini i loro porci comodi non è mai cessata. Qualcuno ha creduto che dopo tangentopoli la classe politica avrebbe evitato il malcostume delle tangenti. Non solo, invece, i politici continuano a chiedere tangenti ma c’è chi lucra sulla salute dei cittadini.

 

Un doppio schifo che andrebbe punito con la galera. Una galera, però, non dove i carcerati possono godere delle piattaforme Mediaset Premium o Sky. La galera che auspico a questa gentaglia deve essere un luogo dove espiare per davvero le proprie colpe e soprattutto rimanerci per lunghi anni. Chi prende una tangente ed al tempo stesso accetta che le proprie terre vengano inquinate irrimediabilmente, non merita alcun accostamento alla parola “diritto”.

 

Lo dico da avvocato, da cittadino e da giornalista. Non ditemi nulla, ma mio avviso per questa gentaglia occorre non avere pietà. Pensate a quei giovani che sono morti di tumore perché vivevano in zone inquinate da questi bastardi. Pensate a chi non riesce ad arrivare a fine mese ed al tempo stesso deve pagare il mutuo e mandare a scuola i figli. Quel verme che si è vantato del fatto che lui 25.000 euro li porta al polso, dovrebbe sapere che c’è chi, come me, con quella cifra campa, dignitosamente, due anni. I soldi che quel verme dice che non sono nulla, sono i nostri, sono dei cittadini, non dimenticatelo. Facesse il verme con i soldi suoi e non della collettività. Facesse i soldi senza sfruttare il ruolo di servitore dello stato.

Che fare di fronte a queste schifezze?

Noi abbiamo l’obbligo di essere attori del vivere civile ed abbiamo il dovere di scegliere persone oneste e valide quando siamo chiamati al voto.

Dire che tutti fanno schifo e che a nulla serve votare, significa fare il gioco dei vermi che hanno al polso 25.000 euro di soldi nostri.

Il 4 marzo è vicino, partecipa e scegli!

P.s. Nel frattempo se un “certo” governatore si dimettesse farebbe il minimo. Ho fiducia nella magistratura.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 11134 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.