Lavoro a destra e a sinistra, ma cosa intendono con questa parola?



Tutti i partiti, presi dalla frenesia della campagna elettorale, promettono che dal 4 marzo faranno di tutto per creare nuova occupazione. Ma cosa significa per loro la parola lavoro?

Per caso significa quello che è accaduto a quelle ragazze di Taranto, che hanno lavorato per 92 centesimi l’ora?

Significa quello che viene inteso per molti bar delle mie parti, Napoli, ossia 100 euro settimanali per 10 ore di lavoro quotidiani, festivi inclusi, senza riconoscimento di straordinari e, logicamente, il tutto a nero?

Forse significa essere vittime delle sostanze nocive che, a causa di mancate precauzioni prese da chi di dovere, si respirano mentre si cerca di portare a casa la pagnotta?

Di sicuro il lavoro per Renzi e compagni significa il jobs act, cioè l’essere condannati al precariato vita natural durante.

Non è vero che lo stato non ha fatto investimenti; non li ha effettuati sul lavoro bensì sulle imprese. Devo elencarvi le continue agevolazioni che hanno avuto i nostri imprenditori in questi anni? Eppure, con la scusa delle tasse (se tutti pagassimo avremmo più possibilità di ridurle), continuano a delocalizzare.

Per me il lavoro non è certo risultare occupato, come fa l’Istat, se nell’ultima settimana ho lavorato ben 60 minuti…..

Ecco cosa recita l’articolo 36 della Costituzione: “Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa. La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge. Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi”.

 

Il 4 marzo, quando andrete a votare, tenetelo bene a mente.

 

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 12112 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.