Maltrattamenti in famiglia a Cassino: la Polizia denuncia 36enne

minacce e maltrattamenti



Una voce femminile contatta il numero di emergenza 113 del Commissariato di
Cassino: la donna è riuscita, per un attimo, a sottrarsi alla furia violenta del
coniuge, colto da un impeto di gelosia. La Squadra Volante giunge
immediatamente sul posto: si sentono le urla della vittima, che sarà costretta a
fare ricorso alle cure dei sanitari, nel frattempo allertati. Fermato ed identificato
il marito aggressivo: è un 36enne del luogo, dovrà rispondere di maltrattamenti
in famiglia.

La Polizia di Stato invita le donne vittime di violenza di genere a segnalare sempre
ogni tipo di sopruso, sia fisico che psicologico.

A riguardo è stato adottato da tutte le Questure il protocollo E.V.A. (Esame delle
Violenze Agite) che consente, agli equipaggi di Polizia che intervengono su casi di
violenza domestica, di sapere se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso
ambito familiare, con la compilazione di checklist.

Questa procedura consente, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite
dalla paura di ancor più gravi ritorsioni,  di tracciare situazioni di disagio con
l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi
di violenza reiterata.

Informazioni su Samantha Lombardi 5340 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.