Al via un nuovo itinerario “speleo” al Maschio Angioino



Archeologia sottosopra“. E’ questo il nome del nuovo percorso avventura al Castelnuovo-Maschio Angioino di Napoli. Inizia questo fine settimana, sabato 2 e domenica 3 dicembre 2017,  con la volontà di mettere a disposizione dei visitatori quei luoghi e quelle pagine di storia che di norma non sono accessibili al pubblico. L’idea è dell’associazione culturale Timeline Napoli, costituita da un team di professionisti speleologi, geologi, archeologi, ingegneri, linguisti e appassionati, che mirano a rivalutare e recuperare la parte nascosta del patrimonio storico della città, specialmente quello abbandonato all’incuria del tempo, al fine di rendere accessibili in maniera completa i siti storicidimenticati.
Le ricerche condotte dai professionisti dell’associazione, anche con l’ausilio di mezzi speleologici, riguardano le cavità sotterranee di Napoli e di altre città (come ipogei, cisterne antiche, ricoveri bellici, passaggi militari, le cripte abbandonate, i sotterranei dei castelli e tutte quelle strutture di difficile accesso) hanno permesso di restituire alle persone “pezzi di storia”. Il percorso “Archeologia sottosopra” è solo su prenotazione (al numero 3317451461e consente di essere accompagnati dai professionisti di Timeline Napoli lungo un percorso che offre la possibilità di visitare: l‘antica cannoniera aragonese all’interno della Torre dell’Oro e la cisterna del ‘400; di scendere negli scavi archeologi per poi salire, alla fine della visita, sulla terrazza panoramica del maniero, andando alla scoperta dei “falchi” (si parlerà infatti del “De arte venandi cum avibus“, il trattato dell’imperatore Federico II di Svevia sull’attività venatoria). 
I visitatori saranno muniti di caschetto speleo con luce
Il percorso non è per nulla claustrofobico data la grandezza degli ambienti.
Durata: 1 ora e 15 minuti; costo biglietto 15 euro per adulti.
Per i primi 5 prenotati nel giorno di sabato, il percorso è gratis. 

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 12102 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.