Mirra: “Lazio, serve entusiasmo per restare in alto”

“Il derby non è mai una partita normale, ma i biancocelesti nonostante la sconfitta devono continuare ad esprimere lo stesso calcio che hanno proposto fino ad oggi. L’entusiasmo non dovrà mai abbandonare la compagine biancoceleste perché gli uomini di Inzaghi stanno portando avanti un percorso straordinario. Ora la Lazio deve ripartire dagli ultimi 20 minuti disputati con la Roma. Quando i biancocelesti affrontano compagini del suo livello, a fare la differenza dovrebbero essere i calciatori più forti qualitativamente, ovvero Milinkovic, Luis Alberto ed Immobile. Quando quest’ultimi non sono al 100%, la squadra ne risente. Nella stracittadina i biancocelesti erano partiti sicuramente meglio rispetto agli uomini di Di Francesco, poi in seguito è emerso il valore della formazione giallorossa.

La Prima Squadra della Capitale finora ha perso solo contro il Napoli e la Roma, due gare nelle quali si possono lasciare punti; contemporaneamente, però, la compagine biancoceleste ha sconfitto due grandi Club come il Milan e la Juventus. I biancocelesti non devono guardare al passato, devono pensare al futuro continuando a lavorare al meglio. Contro il Vitesse hanno avuto l’opportunità di mettersi in mostra i calciatori che fino ad oggi avevano ottenuto meno minutaggio e, allo stesso tempo, ha concesso riposo a chi era più affaticato.

In Serie A TIM ci sono cinque squadre che stanno viaggiando a ritmi elevatissimi. La Lazio, a tal proposito, sta acquisendo una mentalità vincente. Se Inzaghi riuscirà a gestire l’entusiasmo, la compagine biancoceleste potrà attestarsi ai vertici della classifica. La gara di domenica prossima con la Fiorentina potrebbe rivelarsi molto difficile: i viola sono alla ricerca della loro vera identità e la compagine di Inzaghi dovrà offrire la sua solita prestazione per potersi togliere delle soddisfazioni”.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 10133 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*