Ostia, Bordoni-Masi: “Spostare il laboratorio del Grassi è un errore”

Ospedale Grassi ostia

In una nota congiunta, Davide Bordoni, coordinatore romano e capogruppo di Forza Italia in Campidoglio e
Mariacristina Masi, Coordinatore di Forza Italia del X Municipio, si schierano contro lo spostamento del
laboratorio dell’Ospedale Grassi di Ostia, ritenendo che tale trasferimento possa compromettere la salute dei
cittadini.

Le dichiarazioni congiunte

Dal primo dicembre l’attività del laboratorio analisi dell’ospedale Grassi di Ostia verrà spostato al
Sant’Eugenio. Alla fine la Regione non ha arretrato di un passo su una decisione fortemente osteggiata
dalla gran parte delle forze politiche, degli operatori del settore e della cittadinanza. Sembra che dei 200
esami che venivano effettuati, adesso se ne potranno fare solo 70 e il laboratorio resterà attivo solo per le
urgenze di pronto soccorso e per quelle legate ai ricoverati nella struttura. In poche parole continuerà a
svolgere un’attività decisamente marginale. È l’ennesimo colpo che la Giunta di Zingaretti dà alla Sanità
Pubblica.

I costi delle analisi in questi anni sono aumentati, in più ora i campioni dovranno viaggiare in macchina
fino a destinazione e i tempi di attesa per le risposte si allungheranno, ciò costringerà i cittadini a
rivolgersi sempre più spesso al privato. Uno scandalo! Adesso Zingaretti dovrà spiegare, con motivazioni
convincenti, a circa 300mila cittadini perché non potranno più usufruire del laboratorio analisi.
Qui vengono effettuati più di due milioni di esami l’anno. Forse per il Governatore uscente sono numeri
irrilevanti?

O forse per motivi superiori si sta barattando la salute dei cittadini? Questa decisione non ci convince,
organizzeremo in proposito, sabato alle 11:30, un sit in davanti all’Ospedale Grassi per far sentire la
nostra voce.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10783 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*