Intercettazioni, Articolo 1: Casson, a rischio libertà di stampa

“Trovo giuste e condivisibili le ragioni della protesta della Federazione nazionale della Stampa e dell’Ordine dei giornalisti nei confronti del decreto legislativo sulle intercettazioni approvato dal Governo”. Lo dichiara in una nota Felice Casson, senatore di Articolo1-Mdp, vicepresidente della Commissione Giustizia e relatore del provvedimento.

“Il testo non tiene conto infatti delle sentenze della Corte europea dei Diritti dell’Uomo che riconoscono il diritto/dovere dei giornalisti a pubblicare notizie di interesse generale e di rilevanza sociale e il diritto dei cittadini ad essere informati. Il decreto poi non recepisce in alcun modo e anzi contraddice un punto specifico in tal senso della legge delega”, sottolinea.

“Inoltre, mentre il Governo si occupa delle intercettazioni, non si è ancora fatto nulla per difendere i giornalisti minacciati dalle querele temerarie, per cancellare la pena del carcere ancora prevista, provvedimenti che le cronache quotidiane mostrano come tremendamente attuali e necessari – conclude Casson – Con queste scelte di politiche giudiziarie si mette a serio repentaglio la libertà di stampa, diritto costituzionalmente riconosciuto”.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 10133 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*