Nick e Bart il 28 novembre al Teatro Trastevere con Raffaele Balzano

Nick e Bart il 28 novembre al Teatro Trastevere con Raffaele Balzano

 

Raccontare oggi la storia di Nick e Bart vuol dire costruire uno specchio: la paura di quelli che ci chiamavano invasori,
è la stessa che ci fa guardare con sospetto chi da straniero si avvicina alle nostre coste.
E mai come in questa nostra epoca dovremmo ricordarcelo.
C’era una volta in cui dalla prua di una nave si intravvedevano sogni e speranze.
Quei sogni avevano il profilo orgoglioso e indomito di una statua con una fiaccola in mano.
Oggi hanno la forma sinuosa e affascinante delle spiagge del nostro Sud.

Nick e Bart la storia dei tanti italiani andati all’estero

Tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento un gran numero di italiani decide di lasciarsi alle spalle la propria terra
e la mancanza di prospettive per tentare la fortuna in America, andando incontro non solo alle difficoltà di un Paese
enorme, sconosciuto, “diverso”, ma anche ai pregiudizi verso chi ha un’altra storia – un’altra origine.
Tra quegli emigranti, Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti hanno pagato il pregiudizio con la propria vita, entrando così a far parte della storia del mondo.
La loro ingiusta condanna a morte, eseguita il 23 Agosto 1927, è diventata un simbolo – un errore imperdonabile contro
la libertà, l’integrazione fra i popoli, la giustizia.
Torna al Teatro Trastevere per sole due date imperdibili l’originalità e la professionalità di Raffaele Balzano, autore,
regista ed attore dalle mille ed incantevoli sfaccettature.
Vi aspettiamo.

NICK & BART

di e con Raffaele Balzano

regia: Raffaele Balzano-Chiara Becchimanzi

produzione Un rigo sì e Un rigo no

28 NOVEMBRE 2017 ORE 21

-Sient compà, tu tien a qualcheduno ca t’aspetta all’America?

-Io nun teng a nessuno compà!

Saccio sul a chi mi sto allontanando ma ne vale a pena?

-Che t’aggia dicere…speriamo di si!

Cit.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10781 Articoli

Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l’enduro, l’importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*